Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Università, chiesta sessione di dicembre per Lettere e Filosofia

Il coordinamento UniAttiva:"Cercato di salvaguardare il diritto di tali studenti ad avere una sessione di laurea straordinaria"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Il Coordinamento UniAttiva, a seguito delle pressanti richieste degli studenti laureandi di dicembre della Facoltà di Lettere e Filosofia, e, dopo aver cercato in tutte le sedi dove possiede rappresentanti di salvaguardare il diritto di tali studenti ad avere una sessione di laurea straordinaria nel mese di Dicembre; dopo aver concordato con gli studenti i passi da seguire nell'assemblea straordinaria di Lunedì 29 Ottobre svoltasi alle ore 9 davanti i locali della presidenza di Lettere e Filosofia.

Ha ritenuto di dover raccogliere insieme ai molti volontari laureandi di dicembre delle adesioni a sostegno della suddetta sessione. L'assemblea, che aveva come obiettivo la discussione insieme al Preside di una strategia combinata affinché nella riunione del Senato Accademico del 06/11 venisse definitivamente messo a verbale la sessione di Dicembre per la facoltà di Lettere e Filosofia e che gli studenti potessero avere certezze in merito alle date di consegna della tesi e di inizio della sessione ha avuto un esito positivo poiché il Preside Giacomarra si è dimostrato sensibile alle richieste degli studenti.

L'incontro preliminare propedeutico a organizzare la protesta anche nelle sede di Agrigento e, dall'indomani, anche nelle sedi di Palazzo Steri e della Segreteria Studenti, ha avuto il merito di lanciare l'azione della raccolta firme in modo forte, si consideri che siamo già arrivati a oltre 600 adesioni in un solo giorno. "La vergogna rappresentata dall'ignavia delle istituzioni che spesso - ostaggi delle segreterie - sono costrette a non poter dare attuazione alle decisioni prese nei consessi democratici deputati a scegliere per la didattica deve finire" dichiara Ruggero D'Amico, Consigliere della Facoltà di Lettere e Filosofia "troppo spesso gli studenti pagano per poi ottenere solo ritardi e perdite di tempo, il tempo della diplomazia volge al termine, serve potenziare le competenze della componente studentesca evidentemente più sensibile a problemi di cui l'amministrazione Unipa dimentica gli effetti".

Il Coordinamento UniAttiva non mollerà la presa su una situazione scivolosa in cui troppo spesso i rappresentanti degli studenti sono stati messi alla porta e in cui la soluzione delle istanze studentesche è divenuta marginale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università, chiesta sessione di dicembre per Lettere e Filosofia

PalermoToday è in caricamento