Cronaca

Proroga iscrizioni ai test, l'Udu: "Diciamo no alla lotteria"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Oggi Unipa ha comunicato la proroga del termine ultimo per l'iscrizione ai test al 26 Agosto. Sei giorni in più per dare la possibilità a tanti giovani di compiere in extremis il primo passo per intraprendere gli studi universitari e conseguire un titolo di laurea. O forse sei giorni in più per far sì che l'ansia della possibilità di non passare il test susciti nei giovani candidati la volontà di moltiplicare il numero di test per cui si sta effettuando la prova, aumentando le proprie possibilità d'ingresso in cambio di 55 euro.

E' infatti questo il rischio che incombe sui più di 16.000 giovani siciliani che hanno deciso di iscriversi per la partecipazione al test d'ingresso di uno dei 61 corsi di laurea di primo livello dell'offerta formativa di Unipa. La cosa più preoccupante è che sia proprio il Pro Rettore Vicario alla Didattica ad "invitare" le aspiranti matricole a "vagliare con attenzione più possibilità di accesso" per non rischiare di rimanere fuori dalle strette porte di Unipa.

E' da anni ormai che gridiamo la nostra contrarietà a questa e a qualsiasi forma di programmazione degli accessi, strumento iniquo di limitazione del Diritto allo Studio. In un contesto nazionale in cui il numero chiuso vacilla sempre di più, Unipa continua a portare avanti a testa alta la programmazione di tutti i corsi di primo livello della propria offerta formativa (anche quando il numero di iscritti è inferiore ai posti messi a bando). Da quest'anno ogni test costa 5 euro in più (l'anno scorso il MAV ammontava a 50 euro) e sembra che la saggia scelta di accorpare il pagamento di test per più corsi di studio (ottenuta peraltro con una accesa campagna di denuncia portata avanti dall'Udu) stia quasi giustificando il sempre sbagliato accanimento in direzione del numero chiuso e dei test d'accesso.

Noi, speriamo che le aspiranti matricole possano scegliere al meglio i corsi di studi per cui effettuare il test, che lo facciano guidati dalla voglia di trovare in questi il giusto percorso accademico e non dalla paura di rimanere fuori dall'ingiusto sistema di accesso di Unipa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Proroga iscrizioni ai test, l'Udu: "Diciamo no alla lotteria"

PalermoToday è in caricamento