menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Fora U G7" , alla facoltà di Lettere due giorni di dibattito contro il vertice

I promotori dell'iniziativa hanno occupato l'edificio. "Con la conclusione dei lavori assembleari - spiegano gli studenti - si concluderà anche la protesta per garantire il normale svolgimento della didattica"

In centinaia hanno partecipato all'assemblea Internazionale "Fora u G7", organizzata nei locali della facoltà di Lettere e Filosofia, in stato di occupazione da venerdì pomeriggio. I promotori dell'iniziativa hanno voluto "utilizzare i locali dell'ateneo, nei giorni in cui solitamente l'edificio è chiuso, per svolgere due giorni di dibattiti e incontri sul G7 del 26 e 27 maggio a Taormina. Un modo per esprimere contrarietà al vertice". 

Nella giornata di ieri si è svolta l'assemblea plenaria, mentre oggi sono previsti workshop tematici. Ai lavori partecipano rappresentanti delle cità siciliane, ma anche di Bologna, Torino, Pisa, Napoli, Val di Susa, Cagliari, Caserta, Cosenza, Reggio Calabria, Roma, Benevento. A livello internazionale, invece, prendono parola le delegazioni di Paesi Baschi, Corsica, Germania, Catalogna. 

"Con la conclusione dei lavori assembleari - spiegano gli studenti - si concluderà anche l'occupazione della facoltà per permettere e garantire il normale svolgimento della didattica". L'inizativa si collega anche alla creazione della pagina facebook “La Sicilia contro il G7”.

“Con l'occupazione studentesca della facoltà - dice Federico Guzzo, studente di Relazioni internazionali - possiamo dire che prende ufficialmente inizio la mobilitazione contro il G7 in Sicilia, una mobilitazione di cui noi studenti saremo assolutamente protagonisti perché fermamente coscienti di come l'Università di oggi sia specchio di interessi privatisti e di potere" .

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento