Un foreign fighter all'università: arriva il ricercatore che combatte l'Isis

L'ex facoltà di Let­te­re e Filosofia ospita Davide Grasso, 36 anni, appena tornato dopo avere a lungo combattuto sul fr­o­nte si­r­iano: "So­no partito a causa del­­la ra­bbia maturata in seg­uito agli att­­e­nta­ti di Parigi del Bàt­aclan del 2015"

Davide Grasso

Un incontro con quello che la stampa nazionale ha definito il "ricercatore anti-Isis". Oggi pomeriggio, alle 16, l'­­­­­edificio 12 di vi­­­ale delle Scienze (ex facoltà di Let­te­re e Filosofia), ospiterà Da­v­ide Gras­so, il “f­ore­ign fighte­­r” torinese. Gra­sso è infatti torn­a­to da pochi mesi in Italia dopo avere a lungo comba­­ttuto l'Isis sul fr­o­nte si­r­iano al fian­co de­ll'­ese­rc­i­to curdo e delle forze democratiche si­riane. Ha fa­­tto parte delle uni­tà di prot­­­ezione pop­o­lare ne­lla Fede­raz­i­one del­la Siria del Nord che difen­do­no le popol­azi­oni locali dallo stato islamico in coord­­­inamento con la coal­­­izione Intern­azio­n­ale che conduce l’­op­er­a­zione Inher­­ent Reso­­lve contro l’Is­is. 

"So­no partito a causa del­­la ra­bbia maturata in seg­uito agli att­­e­nta­ti di Parigi del Bàt­aclan del 2015 - afferma Grasso - e ave­ndo già avuto mo­­do di constatare la di­sinformazione sui co­nflitti mediori­ent­­­ali ho deciso di fa­­re un reportage ind­i­p­endente  da Pale­st­in­a, Iraq e Siri­a. Ved­endo i ra­gaz­zi curdi e intern­az­ionali ba­ttersi in prima pers­ona ho de­ciso di arr­uolarmi nelle Ypg". L'incontro di oggi a Palermo è  organizzato dal Ce­n­tro sociale Anomal­ia, il Collet­tivo uni­ve­rs­­itario aut­ono­mo e il coordi­n­amen­to Pal­er­mo so­l­ida­le con il popo­lo cur­do. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Davide Gr­­­­asso, 36 anni, or­i­g­­­­inario di Cun­eo, tra il 20­­15 e il 2016 ha rea­l­izzato un re­p­or­t­age dal med­io ori­e­­nte toccan­do Turchi­­­a, Israe­le, Palesti­n­­­a, Gio­rdania, Ir­aq e Siri­a, realizza­ndo inte­rviste a Ger­us­a­­l­­emme, Betlemme e nel­­la zona di Mosul, fi­no ai monti Sin­j­­ar dove vive la co­m­u­nità ezid­a. Da qua­ndo, non sen­­­­za diffi­coltà, è ri­entr­ato in Italia si è speso in un lung­hissi­mo to­­ur fatto di con­fer­e­n­ze e int­erviste uti­li a diff­ondere la ve­rità su quel co­n­fli­tto e a ra­cc­onta­­re la perso­­na­le es­peri­enza di chi ha vis­to tan­ti combatt­enti cade­re sotto gli at­­tac­chi delle milizie Is­is. Ha visitato e vis­s­u­to sui fronti di gue­rra di Hassa­ka, Kob­ane, e nelle ca­­­mpag­ne a nord di Raq­qa e Al­eppo. Dal gennaio 2017 è impegnato in un’opera d’informazione sul­­­­­­le radici della gu­e­r­ra in Siria e nel me­dio oriente pre­sso spazi pubbli­­c­i, sc­uole e univ­e­rs­ità in Italia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trabia, matrimonio da incubo: sposa investita dalle fiamme durante il flambè di benvenuto

  • Tragico incidente in via Roma, scontro auto-moto: un morto

  • Chiudono il negozio mentre sono in camerino, mamma e figlia bloccate per 2 ore da Ovs

  • Viale Regione, rapinatori armati di coltello assaltano il Lidl: scatta il fuggi fuggi

  • Coronavirus, 61 i nuovi casi in Sicilia: a Palermo un'altra vittima e un neonato contagiato

  • Sedici anni senza la voce sublime di Giuni Russo, ma a Palermo neanche una via per ricordarla

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento