Lunedì, 25 Ottobre 2021
Cronaca

Una nuova residenza universitaria all'Albergheria, 23 alloggi per gli studenti fuori sede

Accordo tra Regione, Ersu, Iacp ed Esercito. 50 posti letto per i fuorisede di Unipa, della Lumsa, dell’Accademia di Belle arti e del Conservatorio. Uno degli appartamenti sarà a disposizione del corpo militare per la residenza temporanea di giovani reclute o aspiranti tali

Una nuova residenza universitaria sarà inaugurata presto nel quartiere Albergheria di Palermo grazie alla sinergia tra Regione, Ersu, Esercito e Iacp. La cerimonia per la sottoscrizione dei tre protocolli si è svolta questa mattina nel complesso di San Nicolò, accanto all’omonima chiesa, dove saranno organizzati 23 alloggi per 50 posti letto destinati agli studenti fuorisede dell’Università di Palermo, della Lumsa, dell’Accademia delle Belle arti e del Conservatorio di Musica. Uno degli alloggi sarà permanentemente a disposizione del corpo militare per la residenza temporanea di giovani reclute o aspiranti tali.

L’Istituto autonomo case popolari di Palermo, negli anni, ha consegnato all'Ersu di Palermo, per destinarli a residenze universitarie: la Casa del Goliardo (piazza Marina); il Conservatorio della Santissima Nunziata (piazza Casa Professa), l’ex Dormitorio dei Biscottari (via Biscottari), l’ex Convento dello Schiavuzzo (piazza Rivoluzione) e un immobile in via del Fondaco.

Con il protocollo tra l’assessorato regionale dell'Istruzione ed Esercito Italiano si mettono a disposizione degli studenti e dei cittadini i servizi offerti dalla struttura militare regionale, garantendo anche l’uso e la relativa presenza di personale militare nelle aree interessate a tutela dei beni, promuovendo corsi di formazione e attività di informazione sulla cultura della legalità e sulla sicurezza dei cittadini. Il presidente dell’ente per il diritto allo studio, Giuseppe Di Miceli, ha sottolineato “il potenziamento della residenzialità universitaria di Palermo e di tutta la Sicilia, anche in termini di sicurezza e qualità, al contempo per il recupero del centro storico del capoluogo dell’Isola e per la diffusione della cultura della legalità”.

“Senza istruzione non possiamo dare un futuro ai nostri giovani: dobbiamo pensare a chi ha maggiori difficoltà sociali ed economiche. E c’è bisogno del contributo non solo dei giovani, dell’associazionismo e del volontariato, ma soprattutto c’è bisogno del contributo di tutte le istituzioni per fare risorgere questa città. Perciò, dobbiamo facilitare il percorso di questi giovani. Noi ci stiamo provando e lo stiamo facendo anche con iniziative come questa. C’è tanto da fare per questo quartiere e tutti dobbiamo fare del nostro meglio”, ha invece evidenziato l'assessore regionale dell'Istruzione, Roberto Lagalla.

Presenti alla cerimonia anche il generale di divisione Maurizio Angelo Scardino, comandante del Comando Militare Esercito “Sicilia”, Fabrizio Pandolfo, commissario Iacp Palermo. Per il comune di Palermo l'assessore Maria Prestigiacomo e il presidente della I Circoscrizione Massimo Castiglia. Hanno partecipato anche le associazioni di volontariato del quartiere e le associazioni studentesche, nonché il rappresentante di Unipa, Paolo Inglese.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una nuova residenza universitaria all'Albergheria, 23 alloggi per gli studenti fuori sede

PalermoToday è in caricamento