rotate-mobile
Venerdì, 27 Gennaio 2023
Cronaca

Una comunità smart e green nelle Madonie

La proposta progettuale è stata presentata, come da avviso pubblico, al Dipartimento per gli affari regionali e le autonomie

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Costruire una "Smart&Green Community Madonie" nell’ambito del Pnrr – transizione ecologica è l’obiettivo dell’Unione Madonie. La proposta progettuale è stata presentata, come da avviso pubblico, al Dipartimento per gli affari regionali e le autonomie.

"Con questo progetto – dichiara il presidente dell’Unione Madonie Pietro Macaluso - si avvia un percorso che coinvolgerà le comunità locali nello sfruttamento equilibrato delle risorse di cui dispongono tra cui acqua, boschi e paesaggio. Le Green Communities sono una sorta di processo di rigenerazione del territorio pensato per rispondere alla crisi e ai cambiamenti climatici cercando di fare fronte comune anche a fenomeni di spopolamento, abbandono, dissesto idrogeologico e desertificazione. Le Madonie hanno i requisiti necessari per accedere a questa opportunità".

La proposta progettuale inviata prevede un mix di interventi che fanno riferimento a tutti i nove campi di attività previsti dal bando. Si tratta della Gestione certificata del patrimonio agro-forestale, della biodiversità e della filiera del legno, Gestione integrata e certificata delle risorse idriche, Produzione di energia da fonti rinnovabili locali, Sviluppo di un turismo sostenibile, capace di valorizzare le produzioni locali, Costruzione e gestione sostenibile del patrimonio edilizio e delle infrastrutture di una montagna moderna, Efficienza energetica e integrazione intelligente degli impianti e delle reti, Sviluppo sostenibile delle attività produttive (zero waste production), Integrazione dei servizi di mobilità e Sviluppo di un modello di azienda agricola sostenibile.

"E' stato un lavoro non semplice – spiega Alessandro Ficile di Sosvima che ha redatto il progetto - che ha visto nell’Unione dei Comuni Madonie il soggetto rappresentante nonché il beneficiario finale delle relative azioni progettuali unitamente all’Ente Parco delle Madonie, con il quale è stato firmato uno specifico accordo di collaborazione che produrrà i propri frutti in particolare nell’ambito della gestione certificata del patrimonio agro-forestale, della biodiversità e della filiera del legno".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una comunità smart e green nelle Madonie

PalermoToday è in caricamento