"Un calcio al bullismo", in campo i comici di Sicilia Cabaret e le vecchie glorie rosanero

L'iniziativa ha coinvolto un centinaio di ragazzi e ragazze della scuola Luigi Rizzo, all’Arenella. La sfida è finita 6-6. Dagli spalti il coro “Il bullismo fa schifo, la mafia fa schifo”

Le squadre di Sicilia Cabaret e delle Vecchie glorie del Palermo

Sul campo di calcio a 5 la partita si è conclusa sul punteggio di 6-6 ma è un pareggio che non sta stretto a nessuno perché a vincere sono stati gli studenti che hanno urlato in coro “Il bullismo fa schifo, la mafia fa schifo”. Si è svolta stamattina l’iniziativa “Un calcio al bullismo” che ha coinvolto un centinaio di ragazzi e ragazze della scuola Luigi Rizzo, all’Arenella. Sul rettangolo di gioco si sono sfidate la squadra dei comici di Sicilia Cabaret (composta da Danilo Lo Cicero, Domenico Fazio, Giuseppe Stancampiano, Giuseppe Accetta e Chris Clun) e quella delle Vecchie glorie del calcio palermitano (composta da Pietro Ruisi, Rosario Bennardo, Ciccio Di Gaetano, Daniele Taormina e Ciccio Galeoto).

A promuovere l’iniziativa il presidente della seconda commissione della settima circoscrizione, Vincenzo Sandovalli, e i colleghi Natale Puma e Alessandro Scaffidi. La proposta è stata accettata con entusiasmo dai docenti e dal dirigente scolastico Luigi Cona: “Noi educatori siamo come i contadini, gettiamo dei semi nella speranza che riescano ad attecchire. Questa manifestazione è uno dei tanti tentativi che facciamo. Abbiamo in programma altri incontri con la polizia postale o con degli psicologi perché spesso i nostri ragazzi tengono comportamenti di cui non hanno consapevolezza.

"In qualità di presidente della commissione - dichiara Sandovalli - sono molto soddisfatto di questa iniziativa e voglio prendere l'impegno di portarla in altre realtà scolastiche del territorio perché il bullismo dilaga velocemente e spesso si sottovalutata il fenomeno. Colgo l'occasione per porgere i miei più sinceri ringraziamenti ai ragazzi del gruppo Sicilia cabaret, alle vecchie glorie del calcio palermitano, al consigliere comunale Andrea Mineo e ai consiglieri di circoscrizione Puma e Scaffidi per aver detto insieme a me 'No' al bullismo".

“Abbiamo voluto dare il nostro contributo perché tra bullismo e razzismo - dice l’ex centrocampista Pietro Ruisi - spesso si tocca il fondo. Oggi abbiamo visto nei ragazzi un grande desiderio di partecipare e speriamo che queste iniziative possano servire per debellare certi fenomeni. Tra compagni ci si deve aiutare. La denuncia, come in tanti altri casi, è la prima cosa da fare. Non bisogna avere paura di niente”.

“Vogliamo spiegare ai ragazzi - racconta in campo Danilo Lo Cicero, comico dei Quattro gusti - che il bullismo è sbagliato, che il bullo è una persona sola che rischia di essere un giorno anche un mafioso. Dobbiamo iniziare a lavorare dalle scuole. Abbiamo cercato di trasmettere un messaggio importante: aiutate il compagno che si trova in difficoltà, non prendetevi gioco delle diversità che invece sono una ricchezza da cui partire per trovare nuovi punti d’incontro. Da piccolo sono stato bullizzato anche io e proprio quei bulli oggi sono spacciatori, non hanno un lavoro o non se la passano bene. I giovani devono capire che il bullismo è per i perdenti”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sperone sotto shock, annuncia suicidio su Facebook e si toglie la vita

  • E' morto "U Zu Totò", per 50 anni ha fritto panelle e crocchè accanto alla Fiera

  • Tragedia a San Lorenzo, donna accusa malore e muore fuori da un locale

  • Era scomparso giovedì, 40enne ritrovato in centro: "Ha già abbracciato le sue bimbe"

  • Papà di tre bimbe sparisce nel nulla, ore di angoscia per i familiari di Alfonso Bagnasco

  • Incidente sulla Palermo-Mazara, tir sbanda e il conducente viene sbalzato sull'asfalto: è grave

Torna su
PalermoToday è in caricamento