Striscione choc degli ultras davanti allo stadio: "Speziale libero"

E' stato firmato Curva Nord 12, la tifoseria organizzata più numerosa del Palermo. Il riferimento è al giovane tifoso del Catania condannato per omicidio preterintenzionale per la morte dell'ispettore capo della polizia di Stato, Filippo Raciti, negli scontri tra tifosi rosa ed etnei

"Gli ultrà non dimenticano, Speziale libero". E' lo striscione firmato Curva Nord 12, la tifoseria organizzata più numerosa del Palermo, che è stato affisso ieri pomeriggio sulla cancellata del Barbera al termine della partita di Serie D vinta 3-1 dai rosanero contro il Marina di Ragusa.

Il riferimento è ad Antonino Speziale, il tifoso del Catania condannato per omicidio preterintenzionale per la morte dell'ispettore capo della polizia di Stato, Filippo Raciti, negli scontri del derby di Serie A fra Catania e Palermo del 2 febbraio 2007. Speziale tornerà in libertà nel 2021: a marzo il Tribunale di sorveglianza di Palermo ha rigettato la richiesta di affidamento al servizio sociale e dichiarato inammissibile la detenzione domiciliare. Speziale è stato condannato ad altri sei mesi per avere assistito a un allenamento del Catania, mentre era sottoposto a Daspo. Al momento degli scontri Antonino Speziale era infatti ancora sedicenne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Corleone, auto sbanda e finisce contro un albero: morto diciannovenne

  • Incidente mortale in viale Croce Rossa, automobilista travolge e uccide una donna

  • Conti in banca, auto di lusso e un ristorante: sequestrati beni a un 37enne di Partinico

  • Tutti pazzi per il "black friday", ecco i negozi a Palermo dove trovare sconti e fare affari

  • Doppio pestaggio nella notte, in due picchiano le vittime mentre un terzo filma col cellulare

  • Distributore aumatico rotto e sangue ovunque, furto "splatter" all'università

Torna su
PalermoToday è in caricamento