rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca Uditore-Passo di Rigano / Via Ignazio Silvestri

Uditore, dopo lo sfratto di 3 famiglie il Comune recupera l'asilo Santangelo

Da settembre i bambini torneranno nel nido di via Silvestri. Negli anni scorsi tre famiglie avevano occupato i locali con divani, tavoli, cucine, televisori. I residenti avevano anche segnalato musica napoletana a tutto volume e barbecue all'aria aperta

Da asilo a "casa" abusiva di tre famiglie. Il Comune volta pagina e recupera il nido "Santangelo". Questa mattina in via Ignazio Silvestri, all'Uditore, il sindaco Leoluca Orlando ha partecipato, insieme agli assessori alla Riqualificazione e alla Scuola, Emilio Arcuri e Barbara Evola, all'avvio dei lavori di ristrutturazione e messa in sicurezza dell'asilo nido chiuso dal 2013 per la realizzazione di una serie di interventi: da allora alcune famiglie sono riuscite a impossessarsi della struttura utilizzandola come abitazione privata e negando ai bambini del quartiere la fruizione del servizio scolastico. 

UDITORE: MUSICA NAPOLETANA E STIGGHIOLA NELL'ASILO OCCUPATO

Una storia nota, quella della struttura dell'Uditore. Negli anni scorsi tre famiglie avevano occupato i locali con divani, tavoli, cucine, televisori. I residenti avevano anche segnalato musica napoletana a tutto volume e barbecue all'aria aperta. L'asilo comunale, in fase di ristrutturazione da un anno era stato occupato abusivamente da tre famiglie che l'avevano arredato per far fronte ad ogni esigenza. Poi lo sfratto con l'intervento delle forze dell'ordine.

I lavori al “Santangelo” che si concluderanno entro la fine di settembre e dunque per l'inizio del prossimo anno scolastico, sono svolti nell’ambito del Piano di azione coesione Pnscia – Programma per i servizi di Cura per l’Infanzia per un importo complessivo di poco meno di un milione e quattrocentomila euro somma che include la copertura dei lavori già avviati all'asilo nido “Aquilone” (anche in questo caso la fine dei lavori è prevista per il mese di settembre) e quelli già programmati per altre strutture, Morvillo, Papavero, Topolino e Pellicano.

In particolare, il progetto di interventi di adeguamento complessivo in questi sei edifici a destinazione asili nido prevedono la manutenzione di impianti elettrici, impianti idrici –antincendio e termici, oltre che all’efficientamento energetico dei manufatti con particolare riferimento agli infissi esterni, oltre ad aspetti distributivi e di carattere igienico sanitari. 

“Con l'avvio del cantiere all'interno dell'asilo nido Santangelo – ha detto il sindaco Leoluca Orlando – continua l'attenzione di questa amministrazione anche per la scuola dell'infanzia. Da oggi si metteranno a norma oltre al Santangelo anche l'asilo nido Aquilone ed entro settembre bambine e bambini potranno tornare a frequentare queste strutture in attesa anche dell'avvio dei lavori già programmati e finanziati per gli altri quattro asili”.

“La storia degli ultimi anni – ha invece commentato l'assessore Arcuri - è una successione di ordinanze di sgombero e di nuove successive occupazioni. Oggi finalmente si può confermare che questo asilo nido tornerà fruibile entro la fine di settembre e l'avvio dei lavori vuole essere un monito anche per quanti violano le strutture pubbliche destinate all'infanzia”.

“Questo asilo nido – commenta l'assessore Evola - ha vissuto vicende terribili con continue occupazioni, smantellato e devastato all'interno ed oggi grazie ai finanziamenti del piano di azione e coesione insieme ad altri asili nido è stato inserito in un piano di risanamento e a breve questa struttura ornerà ad essere fruibile per le bambine e i bambini del quartiere di Villa Turrisi. Si tratta di circa trenta tra bambine e bambini e questo è soltanto un piccolo tassello di quella operazione di incremento dei servizi per l'infanzia che porta avanti l'amministrazione comunale”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uditore, dopo lo sfratto di 3 famiglie il Comune recupera l'asilo Santangelo

PalermoToday è in caricamento