rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Cronaca Piazza Caracciolo

Palpeggiata alla Vucciria, turista tedesca vede le foto e identifica i quattro aggressori

La 23enne intorno alle 7 di mattina è stata accerchiata dai giovani che le hanno toccato seno e sedere. Sottoposta a riconoscimento fotografico, ha indicato i suoi aggressori: si tratta di ragazzi di età compresa tra i 14 e i 18 anni, non nuovi a episodi del genere

Identificato il gruppo di giovani che avrebbe molestato una turista tedesca alla Vucciria. Si tratta di ragazzi tutti di età compresa tra i 14 e i 18 anni, non nuovi a episodi del genere. Gli investigatori sono riusciti a dare un nome a chi avrebbe palpeggiato la 23enne. E non sarebbero riusciti ad andare oltre solo per via delle urla della vittima, che poi è scappata per rifugiarsi nel b&b dove aveva affittato una stanza.

I fatti si sono verificati domenica 15 in piazza Caracciolo, alle 7 del mattino. La giovane stava passeggiando quando è stata accerchiata da quattro giovani che hanno iniziato a importunarla. In pochi secondi avrebbero allungato le mani, toccandole il seno e il sedere. Uno di loro si sarebbe anche abbassato i pantaloni per mostrarle il pene.

Nonostante fosse impietrita dalla paura la giovane tedesca è riuscita a divincolarsi e a scappare, raggiungendo la struttura che aveva scelto per la sua breve vacanza a Palermo. Dopo aver sporto denuncia la ragazza è tornata in Germania, ma pochi giorni dopo è stata invitata dall'autorità giudiziaria a tornare in città per il riconoscimento fotografico dei presunti aggressori.

Di fronte a quell'album di immagini la turista, accompagnata in tribunale da una pattuglia della polizia, non ha avuto dubbi e ha riconosciuto i quattro ragazzi. Sono in corso ulteriori indagini per accertare le responsabilità del gruppo di giovani conosciuti nella zona per altri episodi analoghi registrati in passato nella zona.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palpeggiata alla Vucciria, turista tedesca vede le foto e identifica i quattro aggressori

PalermoToday è in caricamento