Turista denuncia sera da incubo alla Vucciria: "Trascinata in auto e palpeggiata"

Questo è quanto raccontato fra le lacrime da una 29enne inglese alla polizia. Due uomini avrebbero approfittato della momentanea assenza del compagno per aggredirla e abusare di lei. Indaga la Squadra Mobile. Al vaglio le immagini di alcune telecamere di sicurezza

Via Roma, la scalinata che porta in piazza Caracciolo

Trascinata con la forza dentro un’auto e palpeggiata da due sconosciuti mentre attende il fidanzato, che si era assentato per usare il bagno di un locale della Vucciria. Questo è quanto ha denunciato ieri mattina una turista 29enne inglese, fra le lacrime e con il suo compagno al fianco, agli agenti del commissariato Oreto-stazione.

La coppia di vacanzieri si trovava in città da qualche giorno e sabato si era concessa qualche ora di svago fra i locali della movida. Dopo l’ultima tappa nel quartiere del mercato i due avrebbero salito gli scalini che portano da piazza Caracciolo a via Roma. A quel punto il fidanzato della ragazza, anche lui un 29enne inglese, sarebbe tornato indietro per utilizzare il wc di un locale.

Proprio in quel momento sarebbe avvenuta l’aggressione. Mentre la turista aspettava il suo compagno, come poi denunciato, due uomini l’avrebbero afferrata e costretta a salire su una macchina. Approfittando della suo stato di inferiorità fisica l’avrebbero sopraffatta per poi allungare le mani e provare a toccarla nelle parti intime.

La ragazza avrebbe reagito opponendosi alla violenza con tutte le sue forze e dopo qualche metro sarebbe riuscita a scendere dall’auto ancora in movimento. Dopo la denuncia le indagini sono passate agli investigatori della sezione specializzata della Squadra Mobile che cercheranno riscontri per confermare il racconto della presunta vittima.

La 29enne inglese è riuscita a fornire ai poliziotti pochi dettagli sui suoi aggressori e sul modello dell'auto sulla quale sarebbe poi salita. Al vaglio le immagini di alcune telecamere di videsorveglianza che potrebbero aver ripreso i due aggressori in azione, dal loro arrivo in via Roma alla fuga della turista.

Risale a maggio 2017, ma è accaduto sempre in via Roma, la violenza sessuale ai danni di un’altra turista inglese. Per quell’episodio un ex pip di 47 anni, Martino Biuso, è stato condannato in primo grado a 10 anni e 6 mesi. Si sarebbe presentato come un tassista in maniera tale da ingannare la donna, portarla in un luogo appartato a Brancaccio e abusare di lei.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa da Campofiorito, vede disegno della figlia in tv e dà sue notizie: "Sto bene"

  • Maltempo in arrivo, attesi venti di burrasca e forti temporali: scatta l'allerta meteo arancione

  • L'agguato con la pistola e la rapina in mezzo al traffico, arrestato diciassettenne

  • Incassa il reddito di cittadinanza ma lavora (in nero) in un panificio, denunciato

  • "Tutte cose levate hai, pezza di tro...": le intercettazioni nella casa di cura delle violenze

  • Giovane mamma muore durante il sonno, Termini Imerese sotto shock

Torna su
PalermoToday è in caricamento