menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tumori tiroidei, al Cervello nasce l'ambulatorio Marco Attard

E’ stato il direttore generale dell’ospedale, Gervasio Venuti, a scoprire la targa commemorativa alla presenza della moglie, del fratello e dei due figli del medico scomparso recentemente

Erano in tanti ieri nell’aula magna “Vignola” dell’ospedale Cervello per rendere omaggio, nell’ambito della Settimana internazionale della tiroide, a Marco Attard, endocrinologo, luminare dei tumori tiroidei, scomparso il 13 marzo scorso a 60 anni. Da ieri l’ambulatorio dei tumori tiroidei, da lui istituito e diretto per tanti anni, è intitolato alla sua memoria. E’ stato il direttore generale dell’Azienda Ospedali riuniti Villa Sofia-Cervello, Gervasio Venuti, a scoprire la targa commemorativa alla presenza della moglie, del fratello e dei due figli di Marco Attard e del Direttore sanitario, Pietro Greco.

In aula magna, per un evento organizzato da Piernicola Garofalo amico e collega da quattro decenni di Attard, si sono succedute le testimonianze e i ricordi per sottolineare il tratto professionale e umano del medico originario di Porto Empedocle. Fra i contributi, quelli del prof. Gaspare Gulotta, dei colleghi del Cervello, Giuseppe Termine e Massimo Farinella, del Direttore del Dasoe, Rino Giglione, dell’ex Direttore dell’Unità operativa di Endocrinologia, Jimmy D’Azzò, della presidente dell’Associazione tumori tiroidei e affini (Atta) Luisa La Colla, dei due Direttori di Villa Sofia-Cervello, Gervasio Venuti e Pietro Greco. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento