rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca

Finti abbonamenti per truffe, raggirati anziani palermitani: un arresto

Facevano sottoscrivere alle vittime un abbonamento a finte riviste specializzate redatte dalle forze dell’ordine. In manette un 40enne: denunciata anche la sua compagna, una donna di 43 anni. In pochi mesi hanno estorto quasi 300 mila euro a 41 anziani

Avevano un modus operandi da truffatori seriali. Sceglievano le vittime con tanti punti in comune tra loro, poi entravano in azione. E hanno continuato a farlo fino a quando, nei giorni scorsi, la polizia li ha scoperti e bloccati. Spacciandosi per ufficiali del Tribunale, un uomo di 40 anni e la sua compagna di 43 - madre di una bimba minorenne - in pochi mesi hanno estorto quasi 300 mila euro a 41 anziani e a persone psicologicamente vulnerabili e sole. I colpi sono stati messi a segno anche a Palermo. Tra le vittime di una coppia spietata di truffatori, ci sono pure due parroci.

Gli agenti della polizia di Milano hanno arrestato l'uomo (la donna è stata denunciata) per i reati di estorsione aggravata ai danni di persone anziane, truffa, intestazione fittizia di beni e riciclaggio di denaro. A mettere la polizia sulle tracce della coppia è stata la denuncia di una pensionata milanese, che - accompagnata dal figlio - ha confessato di aver versato a due persone 38.520 euro. A quel punto, gli agenti hanno scoperto la truffa: l’uomo e la donna facevano sottoscrivere agli anziani un abbonamento a finte riviste specializzate redatte dalle forze dell’ordine. Quando poi arrivavano le richieste di disdette, la coppia contattava le vittime - individuando quelle più deboli e sole - e spacciandosi per funzionari del Tribunale chiedevano somme di denaro per “saldare” l’abbonamento. 

Tanti anziani - minacciati di presunti pignoramenti, interessi esorbitanti o messa all'asta di beni e proprietà, e terrorizzati di fronte alla possibilità di finire in Tribunale con l'accusa di non aver pagato dei debiti - hanno consegnato ai truffatori fino a 40 mila euro.  I due si presentavano vestiti in modo elegante. All'inizio erano gentili e garbati. Dopo il primo pagamento, però, iniziavano a perseguitare telefonicamente la vittima. Le persone raggirate finivano quasi sempre per pagare cifre esorbitanti. La polizia di Milano in poco tempo ha rintracciato altre 40 vittime residenti in tutta l'Italia, anche a Palermo.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finti abbonamenti per truffe, raggirati anziani palermitani: un arresto

PalermoToday è in caricamento