rotate-mobile
Cronaca Libertà / Via Antonio Salinas

Serie di truffe "dello specchietto", denunciato un trentaseienne

L'uomo fingeva di essere stato urtato con la sua vettura, estorcendo denaro ad automobilisti ignari, che pagavano pur di non coinvolgere l'assicurazione. Una testimone però ha notato tutto

E' uno dei trucchetti più diffusi per truffare gli automobilisti: simulano di aver subito un danno allo specchietto, chiedendo un risarcimento in contanti ai malcapitati, onde evitare di aprire un sinistro con l'assicurazione e subire così un rincaro della polizza. Ieri mattina però, un pluripregiudicato per truffa, S.P. di 36 anni, è stato notato da una donna in via Salinas, mentre cercava di mettere in atto il suo piano.

L'uomo, ha fermato il conducente di un altra vettura, sostenendo che questi non si era accorto di avergli rotto lo specchietto della sua Alfa Romeo, facendosi rimborsare in contanti una cifra "forfettaria". Scena che però è stata notata da una donna, che ha annotato il numero di targa dell'Alfa e lo ha comunicato telefonicamente alla polizia. Fatti gli accertamenti, le forze dell'ordine hanno rintracciato il truffatore all'altezza di via Nunzio Morello e denunciato. L'uomo è risultato avere una sfilza di precedenti per reati simili: lo specchietto retrovisore lato guida della sua auto, inoltre, è risultato essere manomesso in modo tale che al minimo urto si spostasse in senso orario, senza tuttavia danneggiarsi.

TENTATIVI. PRECEDENTI. La testimone, ha detto agli agenti di aver appreso di questo sistema truffaldino da vari programmi della tv, ed ha riferito di aver assistito subito prima a tre raggiri in sequenza, ai danni dei conducenti di una Panda, di una Y10 e di una Mercedes.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie di truffe "dello specchietto", denunciato un trentaseienne

PalermoToday è in caricamento