Cronaca

L'intramontabile truffa dello specchietto: arrestato palermitano a Firenze

Si tratta di un nullafacente di 25 anni, volto noto alle forze dell’ordine: con lui è finito in manette un milanese. A bloccarli sono stati i carabinieri

Un palermitano di 25 anni è stato arrestato a Firenze insieme a un 35enne milanese con le accuse di truffa e danneggiamento aggravato in concorso. I due, nullafacenti e già noti alle forze dell’ordine, sono stati presi in flagrante. In azione, ieri mattina, i carabinieri di San Piero a Ponti. Il palermitano, di etnia rom, insieme al complice aveva preso di mira un giovane di 26 anni.

La tecnica del raggiro è sempre la stessa: da un’auto ferma, o che marcia più lentamente, il malvivente lancia qualcosa sul mezzo della vittima designata per fare rumore e simulare un incidente. Una volta fermi i mezzi, l’autore si avvicina al malcapitato facendo notare il danno, ed in particolare lo specchietto rotto, per poi pretendere nell’immediatezza una somma di denaro. Il tutto ha avuto inizio intorno alle 11, quando i due, individuata la vittima prescelta, dopo aver simulato l’incidente si sono fatti consegnare 250 euro.

Il malcapitato, dopo aver realizzato quanto accaduto, si è rivolto ai carabinieri fornendo una precisa descrizione dei malviventi. Immediatamente i militari dell’Arma hanno attivato le ricerche riuscendo a individuare e fermare i due. L’auto utilizzata per la truffa e il denaro truffato al 26enne sono stati posti sotto sequestro. I due arrestati sono stati poi portati in carcere.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'intramontabile truffa dello specchietto: arrestato palermitano a Firenze

PalermoToday è in caricamento