Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca Libertà / Piazza Unità d'Italia

Tenta di intascare rimborso Irpef di 800 euro (di un altro) con documenti falsi: arrestato

E' successo nell'ufficio postale di piazza Unità d'Italia. In manette è finito un uomo di 43 anni. I poliziotti lo hanno inchiodato dopo la segnalazione dei dipendenti della filiale

Con dei documenti falsi aveva tentato di intascare un rimborso Irpef destinato in realtà a un altro contribuente. La polizia ha arrestato un uomo di 43 anni: è accusato dei reati di tentata truffa e uso di documenti falsi. I fatti risalgono allo scorso venerdì (15 marzo) quando il 43enne si era presentato di buon mattino nell’ufficio postale di piazza Unità d’Italia.

"L’uomo - spiegano dalla questura - ha chiesto di riscuotere un rimborso Irpef pari a quasi 800 euro, per conto di altro cittadino, esibendo la carta d’identità e tessera sanitaria di colui che teoricamente gli aveva dato la delega. Ma questa documentazione ha lasciato parecchi dubbi ai dipendenti postali, in relazione alla sua autenticità ed è così scattata una segnalazione al “113”".

Sul posto è così arrivata una pattuglia di poliziotti del commissariato Libertà che ha riscontrato i dubbi espressi dai dipendenti postali e ha chiesto al truffatore dei ragguagli sulla provenienza dei documenti. "E’ bastato incalzare il 43enne - dicono dalla polizia - per abbatterne le resistenze: l’uomo ha ammesso il tentativo di truffa e ha fornito spunti sulla provenienza furtiva dei documenti. Su quest’ultimo aspetto sono in corso accertamenti da parte dei poliziotti che sospettano che l'uomo sia stato affiancato da almeno un altro complice per mettere a segno la truffa". Il 43enne è stato così tratto in arresto. E' già stata effettuata una perquisizione nel suo appartamento che ha però dato esito negativo.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tenta di intascare rimborso Irpef di 800 euro (di un altro) con documenti falsi: arrestato

PalermoToday è in caricamento