Cronaca

"La metti una firma contro la droga?", ma è una truffa: polizia incastra palermitano

Chiede soldi alla stazione di Terni per un'inesistente associazione di volontariato: un ragazzo di 20 anni, pluripregiudicato, è stato fermato dalla polizia ferroviaria e allontanato dal comune umbro

"La metti una firma contro la droga?". Ci provano sempre. Ma a un palermitano di 20 anni - pluripregiudicato per reati contro il patrimonio e con alle spalle diverse segnalazioni per truffa - stavolta è andata male. E' successo a Terni. La polizia ferroviaria lo ha fermato alla stazione mentre - insieme a un giovane piemontese - stava vendendo fazzoletti di carta e stampe di scarso valore, millantando l’appartenenza a una fantomatica associazione di volontariato, alla quale i proventi sarebbero stati devoluti. Già stati allontanati da altri comuni italiani per le stesse ragioni, i due giovani sono stati portati in questura e, dopo un veloce controllo, nei loro confronti è stato emesso il Foglio di via obbligatorio peri rispettivi comuni di residenza con divieto di ritorno nel comune di Terni per tre anni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La metti una firma contro la droga?", ma è una truffa: polizia incastra palermitano

PalermoToday è in caricamento