Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca Calatafimi / Viale Regione Siciliana Nord Ovest, 306

Mette una monetina dentro al cornetto, sventata truffa ad un bar

Un pensionato di 61 anni chiede un risarcimento di 5 mila euro fingendo di essersi rotto la dentiera a causa della moneta. Le telecamere però lo smascherano e viene denunciato

L'uomo mentre inserisce la monetina nel cornetto

In tempi di crisi, anche pochi centesimi possono "valere" tanto. Gli agenti della polizia hanno denunciato un 61enne palermitano responsabile di truffa ai danni di un esercizio commerciale. L'arzillo signore stava facendo tranquillamente colazione con un cornetto al "Max Bar" di viale Regione Siciliana. Dopo essere stato servito dal banconista passeggia con molta "nonchalance" all'interno del bar e, credendo di non essere visto, inserisce una monetina dentro al cornetto.

Addenta il gustoso croissant e simula la rottura della dentiera. A questo punto chiede di parlare con il titolare per esporgli l'accaduto e quest'ultimo, incredulo, gli spiega come mettersi d'accordo per l'assicurazione. Il truffatore, però, rifiuta la proposta e spiegando che preferirebbe essere risarcito con il pagamento immediato di una determinata somma, stabilita solo dopo la vista dal proprio odontoiatra. Il resto della trattativa prosegue telefonicamente e, dai 5.000 euro chiesti inizialmente, si giunge ad un accordo consensuale: 2.500 euro.

Il titolare del bar si rende conto che c'è qualcosa sotto e, dopo essersi messo d'accordo con la polizia, invita il signore a ritirare la somma pattuita nel retrobottega del bar. L'uomo arriva, dialoga con il proprietario e ritira le banconote (appositamente fotocopiate dai poliziotti). All'uscita dal bar l'uomo viene fermato e accompagnato al commissariato Porta Nuova, dove verrà successivamente denunciato per truffa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mette una monetina dentro al cornetto, sventata truffa ad un bar

PalermoToday è in caricamento