rotate-mobile
Venerdì, 26 Novembre 2021
Cronaca

Organizza raccolta fondi per una cagnolina disabile ma è una truffa: denunciata

Utilizzando Whatsapp una 49enne aveva lanciato una campagna per conto di un'associazione animalista palermitana. In realtà era un raggiro che è stato scoperto dai carabinieri al termine dell’analisi dei tabulati telefonici e della documentazione bancaria

Si fingeva molto attiva nella raccolta fondi per gli animali fino a ergersi a paladina dei cani in difficoltà. In realtà era una esperta truffatrice. Una donna di 49 anni è stata smascherata dai carabinieri e denunciata. Il raggiro è stato scoperto al termine dell’analisi dei tabulati telefonici e della documentazione bancaria. Utilizzando Whatsapp la 49enne aveva simulato una raccolta fondi per conto di un’associazione animalista palermitana, finalizzata all’assistenza di una cagnolina disabile.

In realtà era una truffa che è stata scoperta dai carabinieri di Montegranaro. In questo paese in provincia di Fermo, nelle Marche, infatti una donna, contattata per la campagna, aveva deciso di contribuire all'iniziativa con una cospicua somma. La furbetta però una volta ricevuti i soldi ha versato per il fine benefico solo una parte della somma e intascato il resto. Così è scattata la denuncia a piede libero per violazione dell’articolo 640 del codice penale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Organizza raccolta fondi per una cagnolina disabile ma è una truffa: denunciata

PalermoToday è in caricamento