Cronaca

Trovati due minicellulari in carcere, detenuto ne ingoia uno e finisce in ospedale

E' accaduto al Pagliarelli. Il detenuto, pur di non farsi scoprire dalla polizia penitenziaria, ha preferito nasconderlo laddove pensava nessuno avrebbe cercato. Per lui è stato necessario un intervento al Civico

Pur di non farsi scoprire ha preferito ingoiare il minicellulare che qualcuno era riuscito a fargli avere in carcere, finendo così in ospedale per un intervento d’urgenza. La polizia penitenziaria ha trovato all’interno del carcere Pagliarelli due dispositivi elettronici, un carica batteria e un cavetto Usb che erano nascosti in una confezione di piatti.

Il controllo è scattato all’interno del reparto di sicurezza 3 del carcere. Il detenuto, scortato dalla polizia penitenziaria, è stato portato con l’ambulanza nel reparto di Gastroenterologia del Civico. Grazie ad un’endoscopia è stato accertato che l’uomo aveva ingerito il minicellulare, recuperato e consegnato agli agenti che hanno poi avvisto la Procura dell’accaduto.

"Ringrazio l’attività svolta dalla polizia penitenziaria - ha detto Francesca Vazzana, direttore del carcere che si trova in zona Pagliarelli - che ha efficacemente messo in atto l’attività per mantenere l’ordine e la sicurezza all’interno dell’istituto, nonostante il periodo di particolare rilevanza per le misure restrittive legate alla pandemia".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trovati due minicellulari in carcere, detenuto ne ingoia uno e finisce in ospedale

PalermoToday è in caricamento