Cronaca Politeama / Via Nicolò Turrisi

Tribunale, 100 giorni di Scorta civica: liberate al cielo le "balle di Alfano"

Il comitato scende in piazza, ancora una volta, in difesa del pm Di Matteo e di tutto il pool che indaga sulla trattativa Stato-mafia. Coinvolti i bambini della scuola elementare Nicolò Turrisi che hanno lanciato in aria decine di palloncini bianchi

I bambini della scuola Nicolò Turrisi liberano i palloncini al cielo - foto Campolo

Cento giorni di "Scorta civica" festeggiati con i bambini delle elementari che hanno liberato al cielo le "balle di Alfano". Ancora una manifestazione davanti al Tribunale del comitato nato per sostenere il pm che indaga sulla trattativa Stato-mafia Nino Di Matteo ed il resto del pool che porta avanti il processo. Trenta i ragazzini della scuola elementare Nicolò Turrisi coinvolti nel sit in permanente che, nello stesso istante, hanno lanciato in aria decine di palloncini bianchi in aria al grido "Siamo tutti Nino Di Matteo".

"Riteniamo giusto partecipare a manifestazioni del genere - spiega la docente di una terza classe, Rosa Gennaro - per il valore proprio della scuola, dove i bambini hanno il diritto ed il dovere di essere informati e cresciuti grazie ai principi di giustizia e legalità. Devono sapere sin da piccoli - aggiunge - chi li tutela e chi ha il compito di far rispettare la legge. Per questo dedichiamo diverse ore all'Educazione alla cittadinanza". La loro partecipazione è stata incentivata dall'invito ricevuto dallo stesso comitato.

"Accettiamo con piacere spunti del genere e ci conforta essere qui - racconta la docente - soprattutto per la sete di sapere dei nostri bambini: il futuro della nostra società". E alla domanda "Avete mai parlato loro della questione bomb jammer?" - il disturbatore di frequenze utilizzato per impedire la ricezione o la trasmissione di segnali radio promesso già ai primi di dicembre dal ministro degli Interni e non assegnato - la risposta arriva a denti stretti: "No, probabilmente sono piccoli e ai loro tanti perché, in un caso come questo, non sapremmo cosa rispondere". E coi bambini riuniti in cerchio, una maestra riprende uno dei suoi alunni: "Anche giocando si devono rispettare le regole".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tribunale, 100 giorni di Scorta civica: liberate al cielo le "balle di Alfano"

PalermoToday è in caricamento