menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il pendolare palermitano mostra il biglietto con il quale è partito da Palermo

Il pendolare palermitano mostra il biglietto con il quale è partito da Palermo

Treno Palermo-Agrigento, passeggeri dimenticati e abbandonati di notte in mezzo al nulla

L'odissea di un pendolare che a PalermoToday racconta le due lunghissime soste. La prima a Roccapalumba, la seconda a Cammarata: "E' stato un incubo, Trenitalia ha dimenticato di inviare il pullman sostitutivo..."

"Dimenticati di notte al freddo, in mezzo al nulla". E' l'amaro sfogo di un pendolare, protagonista di una vera e propria "odissea" nello scorso weekend. Da Palermo ad Agrigento in treno, con una doppia - lunghissima - "sosta". A causa del maltempo, infatti, la linea ha dovuto subire due interruzioni.

Ma se sabato mattina un sistema di bus per il servizio sostitutivo e la soppressione dei treni in partenza dal capoluogo agrigentino hanno limitato il disagio, in serata i malcapitati passeggeri, molti dei quali a loro dire ignari del problema (nessuno, insomma, li aveva avvisati di cosa sarebbe loro capitato salendo sul treno), sono stati fatti scendere alla stazione di Roccapalumba. "Senza preavviso", dice il pendolare a PalermoToday. Il motivo: un'interruzione della linea ferrata a Lercara Friddi. "Ci hanno detto di aspettare un bus navetta che in realtà non è mai arrivato", racconta. Il suo viaggio è iniziato alle 18.30 di sabato.

"Siamo arrivati a Roccapalumba in serata. Dopo un'attesa di un'ora circa, fortunatamente in momentanea assenza delle forti precipitazioni e del maltempo che in questi giorni hanno messo in ginocchio la provincia, solo il provvidenziale intervento di un pullmino di passaggio ci ha consentito di raggiungere Cammarata". Qua però un'altra estenuante attesa. "Ero con altri cinque 'compagni d'avventura'. Trenitalia ha 'dimenticato' di inviare il secondo pullmann. A nulla sono valse le chiamate alle forze dell'ordine o ai capitreno e capistazione", spiega il pendolare palermitano.

Ma se i compagni di viaggio con altri mezzi di fortuna e sfruttando il passaggio di alcuni amici, sono riusciti ad arrivare fino ad Agrigento, quell'unico viaggiatore è rimasto per ore in attesa. "Ho dovuto trascorrere la notte al gelo", conclude. Trenitalia si difende: "Siamo stati in presenza di eventi catastrofici, difficile fare più di così. Quella dei bus sostitutivi è una ditta esterna che gira tutta la Sicilia".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Palermo usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento