Cronaca

Ferrovie, l'annuncio di Cancelleri: "Nel 2024 porteremo i Freccia Rossa in Sicilia"

Nel corso dell’undicesima edizione di No Smog Mobility, il sottosegretario ai Trasporti e alle Infrastrutture Giancarlo Cancelleri ha spiegato che "i treni saranno costruiti con 4 carrozze anziché 8 in modo tale da infilarsi direttamente nei traghetti". Durante la manifestazione assegnati i Green Prix 2020 e 2021

"Nel 2024 porteremo i Freccia Rossa in Sicilia e i passeggeri non dovranno scendere dal treno perché li stiamo facendo costruire in maniera tale che saranno da quattro carrozze anziché da otto e quando arrivano a Villa San Giovanni tramite lo sgancio rapido si infileranno direttamente dentro il traghetto e, una volta sbarcati a Messina, si divideranno".

Lo ha annuciato il sottosegretario ai Trasporti e alle Infrastrutture, Giancarlo Cancelleri, nel corso dell’undicesima edizione di No Smog Mobility, la rassegna siciliana sulla mobilità sostenibile, pubblica e privata, organizzata questa mattina negli spazi del museo dei Motori dell’Università e moderata dal giornalista Claudio Brachino.

Dopo i saluti istituzionali del pro rettore Livan Fratini, il responsabile relazioni con il territorio Sicilia di Unicredit, Roberto Cassata ha dichiarato che “la sostenibilità per Unicredit è un elemento fondamentale del nostro modello di business. Da oltre dieci anni, il nostro gruppo persegue un approccio strutturato e inclusivo che consente di prevenire e gestire l’impatto ambientale. Ad esempio - ha concluso Cassata - nel 2020 abbiamo ridotto del 60% le emissioni di gas serra, rispetto al 2008 e abbiamo come obiettivo quello di arrivare all’80% di riduzione entro il 2030”.

Nata da un’idea di Gaspare Borsellino e Dario Pennica (rispettivamente direttori dell’agenzia di stampa Italpress e di Sicilia Motori), No Smog Mobility ha radunato esperti, giornalisti e rappresentanti delle maggiori case del settore auto. Nonostante la pioggia che ha impedito la piantumazione degli alberi nella cittadella universitaria del capoluogo siciliano, i lavori si sono aperti con la premiazione dei Green Prix 2020: sul palco hanno ritirato i riconoscimenti che l'anno scorso non è stato possibile consegnare a causa del Covidm Gabriele Aimone Cat, media relations manager di Bosch Italia, Fabrizio Faltoni, presidente e Ad di Ford Italia e Antonio Esposito, Maserati V6 platform manager. 

Riconoscimenti anche alle aziende e agli operatori del mondo automotive, che investono sviluppo e ricerca in modelli, prodotti, idee e soluzioni utili a migliorare il futuro di una mobilità sempre più rispettosa dell’ambiente e a favore della sicurezza di tutti gli utenti della strada. Per il 2021 la giuria ha premiato Nissan, sezione “soluzioni”, per la versione E-Power della nuova Qashqai e Michelin, sezione “idee”, per Wisamo project, una vela automatizzata, telescopica e gonfiabile che sfrutta la forza propulsiva del vento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferrovie, l'annuncio di Cancelleri: "Nel 2024 porteremo i Freccia Rossa in Sicilia"

PalermoToday è in caricamento