rotate-mobile
Cronaca

Prove di "alta velocità" anche in Sicilia, dal 14 novembre arrivano i treni Frecciabianca

I nuovi convogli collegheranno Palermo con Catania e Messina, con fermate intermedie a Caltanissetta ed Enna. Previste coincidenze con le navi BluFerries e il Frecciarossa per Milano, con la possibilità di acquistare un biglietto unico integrato

Anche in Sicilia "prove tecniche" di trasporto ferroviario ad alta velocità. Il 14 novembre faranno il loro debutto nell'Isola i treni Frecciabianca. I nuovi convogli collegheranno Palermo con Catania e Messina, con fermate intermedie a Caltanissetta ed Enna. Previste coincidenze con le navi BluFerries e il Frecciarossa per Milano, con la possibilità di acquistare un biglietto unico integrato. Si tratta "prove tecniche" perché in realtà i Frecciabianca circolano su linee tradizionali al di fuori della rete alta velocità ma garantiscono servizi di qualità superiore rispetto ai treni standard. Finora i Frecciabianca si fermavano alla Puglia.

All'inaugurazione del nuovo servizio, lunedì a Catania, saranno presenti anche l'amministratore delegato di Trenitalia, Luigi Corradi, e il sottosegretario ai Trasporti Giancarlo Cancelleri. "L’arrivo dei treni freccia in Sicilia - dice Cancelleri- sono un primo passo importante, al quale ne seguiranno altri, tesi a migliorare radicalmente il servizio ferroviario siciliano e i collegamenti con il Nord Italia. E' una Freccia, certamente più performante della stragrande maggioranza dei convogli presenti in Sicilia ed è un segno di buona volontà". Il sottosegretario rinnova però l'intenzione di portare "il Frecciarossa, l'elite dell'alta velocità che nel resto d'Italia è già presente da più di 20 anni, anche in Sicilia nel 2024. Voglio portare solo risposte ai siciliani, anche a piccoli passi, ma in questo sono determinato più che mai".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prove di "alta velocità" anche in Sicilia, dal 14 novembre arrivano i treni Frecciabianca

PalermoToday è in caricamento