Cronaca

Trauma cranico, esperti a confronto su nuove terapie

Corso di aggiornamento con neurochirurghi e neuroanestesisti provenienti da Sicilia e Calabria. Presente anche Franco Servadei, presidente della Federazione mondiale delle Società di neurochirurgia

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Una giornata di studio dedicata alla traumatologia cranica si terrà a Palermo, il 4 dicembre, nella Sala delle Capriate dello Steri. L’evento scientifico, che coinvolgerà neurochirurghi e neuroanestesisti specialisti della riabilitazione provenienti dalla Sicilia e dalla Calabria, sarà dedicato, tra l’altro, alle contusioni cerebrali, alla pressione intracranica, e alla ricostruzione di difetti ossei. Non mancheranno approfondimenti sulle nuove terapie con l’ausilio delle stampanti 3D e si parlerà, inoltre, della nuova rete regionale di Teletac con trasmissione di immagini e quindi rete del neurotrauma. L'evento è rivolto anche ai medici di base della provincia di Palermo e medici di pronto soccorso.
 
Da segnalare la presenza al simposio di Franco Servadei, presidente della Federazione mondiale delle Società di neurochirurgia. Responsabile del congresso è, invece, Natale Francaviglia, primario di Neurochirurgia dell’Ospedale Civico di Palermo. Previsti, inoltre, i saluti dell’assessore alla Salute della Regione Siciliana, Baldo Gucciardi.
 
“Questo congresso cade a pennello – spiega Francaviglia – perché da poco abbiamo inaugurato la nuova rete regionale del trauma, ovvero la trasmissione di immagini dei pazienti traumatizzati dai poli periferici a quelli centrali, dove sono presenti le neurochirurgie, in grado poi di sottoporre il paziente a terapie chirurgiche. Questo porta ad una selezione dei soggetti che devono afferire dalla periferia al centro, con un’indicazione terapeutica precisa, risparmiando così ulteriori risorse”. Provider e segreteria organizzativa sono a cura di Biba Congressi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trauma cranico, esperti a confronto su nuove terapie

PalermoToday è in caricamento