Sabato, 12 Giugno 2021
Cronaca

Trattativa Stato-mafia, Napolitano deporrà come teste al Quirinale

E' quanto deciso dai giudici impegnati nel processo celebrato nell'aula bunker dell'Ucciardone. Il Capo dello stato aveva già escluso di avere qualcosa di utile da riferire. L'udienza "privata" si terrà al Colle in data da destinarsi

Napolitano sarà ascoltato come teste nel processo sulla trattativa Stato-mafia. Lo ha riferito ieri il presidente della Corte d'Assise al termine dell'udienza nell'aula bunker dell'Ucciardone durante la quale è stato ascoltato l'ex segretario della Dc, Ciriaco De Mita. "Prendo atto - ha dichiarato il Presidente della Repubblica - dell'odierna ordinanza della Corte d'Assise di Palermo. Non ho alcuna difficoltà a rendere al più presto testimonianza, secondo modalità da definire, sulle circostanze oggetto del capitolo di prova ammesso". Il Capo dello Stato testimonierà direttamente dal Quirinale.

Napolitano, già chiamato in causa nel processo per riferire dei timori espressi dal suo ex consigliere giuridico Loris D'Ambrosio, aveva rispedito al mittente la richiesta spiegando di non avere "da riferire alcuna conoscenza utile al processo". D'Ambrosio, nella missiva rivolta al Presidente della Repubblica, si diceva preoccupato per essere stato un "utile scriba di indicibili accordi" nel periodo compreso tra il 1989 ed il 1993. Ma nonostante ciò il collegio dei giudici ha ritenuto di volere (o dovere) raccogliere la testimonianza del Capo dello stato in un'udienza a "porte chiuse", senza pubblico o imputati, ma alla sola presenza di pm e avvocati difensori.

Dunque niente videoconferenza dal carcere con i boss Riina e Bagarella, né tantomeno con Marcello Dell'Utri o l'ex politico Nicola Mancino. I giudici hanno motivato la richiesta perchè non si può "escludere il diritto delle parti di chiamare un testimone su fatti rilevanti per il processo solo perchè il testimone ha escluso di essere informato sui fatti stessi". Anche perché "il dato negativo, riguardo alla conoscenza di determinati fatti, potrebbe assumere una valenza non necessariamente neutra nel contesto delle altre acquisizioni probatorie e della loro valutazione interpretativa". In attesa di conoscere la data dell'audizione di Napolitano, il processo va avanti con l'esame dei pentiti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trattativa Stato-mafia, Napolitano deporrà come teste al Quirinale

PalermoToday è in caricamento