Lunedì, 2 Agosto 2021
Cronaca

La protesta degli avvocati: "No al trasferimento degli uffici giudiziari in via Orsini"

Manifestazione stamattina davanti al palazzo ex Eas, dove si trovano il tribunale del Lavoro e le esecuzioni civili. L'immobile dovrà essere messo in sicurezza e negli anni si sono verificati infiltrazioni d'acqua e crolli. Civilisti e penalisti non ci stanno: "Costretti a spostarci in una zona senza parcheggi, troppi disagi"

Un momento della protesta degli avvocati

"Via Orsini solo casini", è uno degli slogan che gli avvocati hanno usato stamattina per protestare contro il trasferimento degli uffici giudiziari che si trovano all'interno del palazzo ex Eas (a cominciare dalla sezione Lavoro) in via Orsini appunto, in una vecchia sede di Riscossione Sicilia.

Penalisti e civilisti contestano la decisione soprattutto perché la zona scelta per accogliere gli uffici è centralissima e con pochi parcheggi. Il trasferimento comporterebbe inoltre problemi organizzativi perché gli avvocati dovrebbero conciliare udienze nella cittadella giudiziaria con quelle in via Orsini. Disagi ritenuti così pesanti che gli avvocati hanno anche deciso di astenersi per alcuni giorni dalle udienze.

Il palazzo ex Eas è da tempo in pessime condizioni ed ha urgente bisogno di lavori di ristrutturazione. Negli ultimi anni ci sono state proteste anche da parte del personale amministrativo e dei magistrati che vi lavorano. In particolare si sono verificati infiltrazioni d'acqua e crolli di calcinacci che mettono a rischio l'incolumità anche dei cittadini che accedono a quegli uffici.

Nell'immobile sono previsti lavori che dovrebbero durare tre anni. "Il trasloco degli uffici è un provvedimento sacrosanto - ha dichiarato Alfonso Farruggia, segretario generale della Uilpa - comprendiamo i disagi sottolineati dagli avvocati tuttavia riteniamo che la tutela dell'incolumità dei lavoratori e di tutti coloro che a vario titolo transitano negli uffici sia prioritaria rispetto a qualsiasi altra istanza". In via Orsini si sposteranno le sezioni Lavoro del tribunale, le esecuzioni civili e tutto l'ufficio notifiche esecuzioni protesti.

"Auspico fortemente che si giunga ad una soluzione condivisa nella scelta degli uffici giudiziari da trasferire, in modo tale da creare il minor disagio possibile non solo agli avvocati, ma anche all’utenza privata, oltre che al personale amministrativo che lavora nel comparto”. Lo dichiara Valentina D’Orso, avvocato e parlamentare del Movimento 5 Stelle, a margine della manifestazione degli avvocati palermitani contro il trasferimento degli uffici giudiziari. E aggiunge: "Abbiamo già avviato un'interlocuzione con il presidente della Corte d'Appello che ci ha manifestato disponibilità a trovare eventuali soluzioni alternative purché fattibili sotto il profilo tecnico e di sicurezza".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La protesta degli avvocati: "No al trasferimento degli uffici giudiziari in via Orsini"

PalermoToday è in caricamento