Cronaca

Trappetto, Caputo e Arduino: pochi parcheggi per disabili negli stabilimenti balneari

Gli accompagnatori spesso sono costretti a parcheggiare in divieto prendendo le multe

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Troppo pochi i due attuali parcheggi per i disabili disponibili sul viale balneare di Trappetto. Gli accompagnatori spesso sono costretti a parcheggiare in divieto prendendo le multe. Per accompagnare i figli al mare non possono assolutamente lasciare l'auto troppo distante dallo stabilimento - spiegano il Presidente all'attività' produttive all'ars, on. Salvino Caputo, e Nicola Arduino, Presidente del Circolo Territoriale Pdl .Boccadifalco.

Domenica scorsa, scrivono i due esponenti politici,abbiamo assistito un disabile sventolare con amarezza una multa, dicendoci che non è nella possibilità di percorrere a piedi lunghi tratti e quindi la mamma doveva necessariamente parcheggiare in prossimità dello stabilimento.

I genitori ce la mettono tutta per assicurare ai propri figli una vita più serena e più normale possibile, concludono Caputo e Arduino, ma spesso anche ostacoli che per una persona normodotata possono apparire banali, per un disabile possono essere insormontabili. Una sosta a diversi metri da uno stabilimento balneare, ad esempio, potrebbe precludere ad un disabile qualche ora da trascorrere con spensieratezza in riva al mare.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trappetto, Caputo e Arduino: pochi parcheggi per disabili negli stabilimenti balneari

PalermoToday è in caricamento