Cronaca

Corsa folle per un trapianto di rene al Civico: polizia scorta ragazzino bloccato nel traffico

Il padre era rimasto imbottigliato a pochi chilometri dalla meta. Una volante del commissariato di Bagheria ha permesso al figlio dell'uomo (proveniente da Catania) di raggiungere l'ospedale. In un altro caso gli agenti hanno aiutato un signore senza mascherina ad assistere la moglie al pronto soccorso

La corsa nel traffico di un padre per salvare il figlio ed una mascherina necessaria per entrare al pronto soccorso. Tutte emergenze risolte grazie ai poliziotti. La prima nei giorni scorsi quando un uomo è rimasto imbottigliato nel traffico autostradale all’altezza di Termini Imerese.

L’uomo, residente in provincia di Catania, deve arrivare il prima possibile in ospedale perché il figlioletto, che da molto tempo attende un rene nuovo, può finalmente essere sottoposto al trapianto. Poco prima intorno alle 16,30, l’uomo aveva ricevuto una telefonata dall’ospedale Civico di Palermo, nel corso della quale gli avevano comunicato la disponibilità di un rene compatibile.

Ma non c’è molto tempo, il medico gli dice che deve necessariamente essere in reparto entro le 18,30. L’uomo, ovviamente senza indugio, coglie al volo l’occasione che può cambiare per sempre la vita di suo figlio e si mette in auto con lui alla volta di Palermo. A pochi chilometri dalla meta, però, si ritrova bloccato nel traffico, con una flebile speranza di raggiungere in tempo l’ospedale. Il padre, disperato e non sapendo cosa fare, ha così chiesto aiuto alla Polizia. L’operatore ha subito compreso la gravità e l’urgenza della situazione e coordinando le pattuglie sul territorio, si è adoperato immediatamente, predisponendo in tutta sicurezza una staffetta affinché l’uomo potesse essere raggiunto in autostrada da una pattuglia e raggiungere così in tempo l’ospedale.

Una volante del commissariato di Bagheria ha raggiunto l’uomo e lo ha scortato fino alle porte di Palermo dove è stato "agganciato" da una volante della questura di Palermo che lo ha condotto in ospedale in tempo per il trapianto. L’uomo ha inviato una lettera di ringraziamento al questore: il trapianto è andato a buon fine e la convalescenza del figlio procede bene.

Nel secondo episodio, i poliziotti, a tarda notte, durante il servizio di controllo del territorio, mentre stanno transitando nei pressi di un ospedale palermitano sono contattati da un utente che ha chiesto loro aiuto. L’uomo ha chiesto ai poliziotti di trovarsi al pronto soccorso perché la moglie ha avuto un malore, ma che non può entrare per starle vicino perché sprovvisto della mascherina protettiva. Gli agenti compresa la situazione hanno portato all’uomo una delle mascherina che è in loro dotazione, consentendogli così di poter assistere la moglie.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corsa folle per un trapianto di rene al Civico: polizia scorta ragazzino bloccato nel traffico

PalermoToday è in caricamento