rotate-mobile
Cronaca

Trans cambia sesso, ma dopo operazione resta invalida: due chirurghi a processo

I fatti risalgono al 2015. Una perizia ha stabilito che i due medici avrebbero eseguito l'intervento correttamente. Ma la Procura ha deciso di proseguire, convinta invece del contrario

Non avrebbero eseguito correttamente un’operazione di cambiamento del sesso, provocando delle lesioni gravi a un uomo che aveva deciso di diventare donna. Due chirurghi del Policlinico, Adriana Cordova e Giovanni Zabbia, saranno per questo processati nelle prossime settimane. Il sostituto procuratore Renza Cescon, che ha coordinato le indagini, ha infatti disposto per loro la citazione diretta a giudizio.
Una perizia disposta dal pm ha in realtà stabilito che non vi sarebbero responsabilità dei due medici, ovvero che l’intervento sarebbe stato eseguito a regola d’arte, ma la Procura ha deciso di proseguire, convinta invece del contrario. Sarà il processo a chiarire come stanno le cose. 

L’inchiesta era nata dalla denuncia di Valérie Andrea Contu, un’operaia forestale sarda di 49 anni. Era stata operata nel reparto di Chirurgia plastica del Policlinico a gennaio del 2015, ma le cose non sarebbero andate per il verso giusto: “La mia vagina – così aveva raccontato – non somiglia neppure esteticamente a quella delle altre donne… Da quando ho fatto questo intervento, che per me rappresentava una sorta di rinascita, non posso avere rapporti sessuali e sono costretta ad urinare in piedi, come fanno gli uomini. Inoltre devo portare un tutore all’interno della vagina per evitare che si richiuda e questo mi crea molte difficoltà nella vita quotidiana…”. A Contu è stata riconosciuta un’invalidità del 67 per cento. La presunta vittima era venuta a Palermo dalla provincia di Nuoro: “Ho atteso per anni la possibilità di cambiare sesso e al Policlinico non c’era lista d’attesa”. L’intervento è stato eseguito in convenzione con il Sistema sanitario nazionale. La vita di Valérie Andrea Contu non è stata per nulla facile: per moltissimi anni si è nascosta, anche se, sin dall’infanzia, avrebbe capito che quel corpo maschile non aveva nulla a che vedere con la sua sensibilità e le sue inclinazioni. Ora spera di poter essere operata nuovamente all’estero.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trans cambia sesso, ma dopo operazione resta invalida: due chirurghi a processo

PalermoToday è in caricamento