Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca Borgo Nuovo / Via Modica

Borgo Nuovo, residenti tram… urati in casa in via Modica

Le ringhiere di protezione del tram costruite a meno di un metro dalle case. Si teme per la sicurezza di chi abita in zona. Il consigliere Li Muli (Pd): "Non ci passa nemmeno una barella, e se dovessero intervenire i vigili del fuoco?"

I lavori del tram in via Modica

Cittadini murati, anzi tram… urati, in casa. Succede in via Modica, a Borgo Nuovo, dove le barriere di protezione del tram sono state poste a meno di un metro dalle abitazioni. A sollevare il problema è il consigliere Pd della Quinta Circoscrizione Maurizio Li Muli (nella foto a destra).“Oggi insieme ai decine di residenti – scrive in una nota - abbiamo ancora una volta constatato la follia di un progetto che chiude decine di palazzine ed i suoi abitanti dentro casa. Infatti il  tram con le ringhiere di protezione passeranno a distanza di circa 60 centimetri dagli ingressi delle abitazioni. Solo un progetto di un folle poteva prevedere tale scelta che è contraria a tutti i principi di sicurezza e di abbattimento delle barriere architettoniche”. Li Muli-2

Ci si chiede come faranno i soccorsi a passare da là, qualora qualcuno ne avesse bisogno. “Siamo di fronte ad un atto assurdo – continua Li Muli - di cui qualcuno dovrà rispondere. Se dei soccorritori dovessero andare in uno di questi appartamenti sarebbero obbligati a lasciare il mezzo di soccorso a circa 500 metri e percorrere uno stretto marciapiede di circa 60 cm e non oso pensare a cosa potrebbe succedere con l’ammalato sulla barella, ma la situazione è drammatica anche per un eventuale intervento di vigili del fuoco o per una evacuazione veloce delle palazzine, i residenti dovrebbero scavalcare le transenne oppure occupare tutte quante un risicato marciapiede tendando la fuga più avanti”.

Eppure già il problema era stato sottoposto alla Sis, l’azienda che si sta occupando dei lavori. “Avevamo chiesto fin dallo scorso anno – conclude Li Muli - un tavolo tecnico alla Sis proprio per scongiurare situazioni di questo tipo che già si palesavano, ma l’Azienda non ha voluto confrontarsi né mostrare i progetti, adesso capiamo il perché. Oggi chiediamo all’assessore Giuffre ed al sindaco di convocare al più presto un tavolo con la Circoscrizione, la Sis e l’Amat aperto ai cittadini della zona per scongiurare tali pericoli, in caso contrario sosterremo le iniziative di quest’ultimi anche con eventuali denunce alla Procura”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Borgo Nuovo, residenti tram… urati in casa in via Modica

PalermoToday è in caricamento