menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Manutenzione e pulizia tram, c'è il nuovo contratto: risparmi per 1,6 milioni annui

Aggiudicata la gara da 16 milioni (complessivi) per 4 anni. Le due ditte vincitrici sono incaricate della cura dei convogli, della rete elettrica e di quella degli impianti e dei semafori installati lungo le linee, ma anche dei servizi di pulizia delle fermate e della sede rotabile. Resta a Reset la pulizia interna dei mezzi

E' stato avviato il nuovo contratto quadriennale per le attività di manutenzione ordinaria e pulizia della rete del sistema tram. Ad aggiudicarsi la gara, per un importo complessivo di 4 milioni di euro annui per un quadriennio, è stato un raggruppamento composto dalla Caf Italia srl, filiale italiana dell'omonima società spagnola di produzione rotabili, e dalla Era infrastrutture.

Il contratto, entrato in vigore il primo luglio, segue l'aggiudicazione della gara dello scorso 28 aprile, e prevede un risparmio di circa 1,6 milioni annui rispetto al precedente. Le due ditte sono incaricate non soltanto della manutenzione dei convogli e della rete elettrica, ma anche di quella degli impianti e dei semafori installati lungo le linee del tram. Inseriti nel capitolato d'appalto anche i servizi di pulizia delle fermate e della sede rotabile utilizzata dai treni. Resta invece esclusa, in quanto già affidata a Reset, la pulizia interna dei treni.

A rendere noto l'avvio del nuovo contratto è l'assessore Giusto Catania che, su delega del sindaco, ha preso parte all'assemblea di Amat per la presa d'atto della stipula. "E' un risultato importante - affermano il sindaco e l'assessore - che garantisce il servizio per un quadriennio, quindi con una prospettiva di continuità e stabilità che sottrae il funzionamento del tram a incertezze. La conferma della necessità di ragionare e programmare sul medio-lungo periodo perché il tram, insieme a tutto il sistema del trasporto pubblico sia sempre più attrezzato per le necessità della nostra città".

Per Michele Cimino, presidente di Amat, si tratta di "un altro importante risultato raggiunto in linea con il piano di risanamento dell’azienda un risparmio considerevole. E' la conferma il nostro buon lavoro nella scelta strategica che il governo della Città ha attribuito ad Amat come azienda leader del trasporto in Sicilia".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Palermo usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento