Cronaca

Traffico, cimiteri e autobus: "guida" al ponte di Ognissanti

Cambia tutto nelle zone che si trovano vicino ai cimiteri. Saranno chiuse al transito e sarà pure vietato posteggiare in via Parlavecchio e il tratto di via del Vespro. Ai Rotoli sensi unici in 12 strade

Il cimitero di Santa Maria dei Rotoli

Traffico rivoluzionato, più autobus e cimiteri aperti tutto il giorno. Controlli straordinari dei carabinieri. E’ tutto pronto per la festa di Ognissanti e della Commemorazione dei defunti. Come ogni anno l’amministrazione comunale ha messo in moto la macchina per fare in modo che tutto funzioni nella miglior maniera possibile e così sono stati stabiliti una serie di sensi unici per agevolare la viabilità e organizzate le aperture prolungate di tutti i campisanti in maniera di consentire a tutti di poter far visita ai propri cari defunti.

TRAFFICO - Nei giorni 1 e 2  novembre nelle vie limitrofe ai cimiteri cittadini, in occasione della decorrenza della commemorazione dei defunti per dieci ore, dalle 7 alle 17, saranno istituiti sensi unici soprattutto nelle zone che si trovano vicino ai cimiteri.

Ai Rotoli saranno sarà istituito il senso unico in sei strade: via Belmonte (da via Ammiraglio Rizzo in direzione di via Papa Sergio I), via Papa Sergio I (da via Cardinale Massaia a via Vergine Maria), via Cardinale Massaia (da piazza Pottino a via Papa Sergio I); via Vergine Maria (da via Papa Sergio I a via Bordonaro); piazza Bordonaro (da via Vergine Maria a via Bordonaro); via Bordonaro (da piazza Bordonaro a piazza Vergine Maria). Per chi arriverà da via Papa Sergio I diretto ai Rotoli, potrà tornare indietro da piazza Pottino, via Cardinale Massaia e via Cardinale Rampolla. Nelle vie Papa Sergio I (lato mare) e Cardinale Massaia (entrambi i lati) sarà vietato parcheggiare per tutto il periodo in cui sarà in vigore il piano traffico.

A Sant’Orsola saranno chiuse al transito e sarà pure vietato posteggiare in via Parlavecchio e il tratto di via del Vespro compreso fra il prolungamento di via Lodato e via Parlavecchio. Le auto che percorreranno via del Vespro da corso Tukory giunte all’incrocio con il prolungamento di via Lodato saranno costrette a svoltare a sinistra per piazza Durante, mentre quelle che arriveranno da piazza Durante dovranno obbligatoriamente svoltare a destra verso corso Tukory. Il provvedimento è stato disposto visto che nei mesi scorsi è stato aperto al transito il prolungamento di via Lodato, strada che collega corso Tukory alla via del Vespro, e dunque valida alternativa di collegamento per gli ospedali della zona. In quei due giorni sarà istituito il senso unico in via Parlavecchio in direzione di via Tricomi (per bus e mezzi di soccorso), via Zancla (da via Ughetti a via Tricomi); via Tricomi (tra via Parlavecchio e via Ughetti); via Messineo (da via Lazzaro a via Monfenera); via Monfenera (da via Messineo a piazza Montegrappa). Piazza Sant'Orsola sarà chiusa al transito, ad eccezione delle auto dei disabili.

A Santa Maria di Gesù, il senso unico sarà istituito in due strade: via Santa Maria di Gesù, da via Falsomiele a viale Regione Siciliana, e via Brasca, da piazza Maredolce a via Santa Maria di Gesù.

Nessuna modifica ai sensi di marcia ai Cappuccini: nella piazza davanti al cimitero le auto potranno posteggiare negli spazi indicati dai cartelli stradali.

AUTOBUS - L’Amat effettuerà il potenziamento di alcune linee per i cimiteri Rotoli, Sant’Orsola e Santa Maria di Gesù. Ci saranno punti per la vendita dei titoli di viaggio presso i cimiteri Rotoli e Sant’Orsola. Rotoli: La linea 139 verrà gestita con l’impiego di 5 vetture dalla Stazione Centrale e così anche la linea 603 le cui vetture, pervenute a Mondello (via Teti) dallo Stadio, proseguiranno per il viale Principe di Scalea. Anche la linea 731 verrà intensificata con l’impiego di 8 vetture. Il terminale sarà arretrato da Vergine Maria (Bordonaro) a via Vergine Maria, tra i due ingressi del Cimitero Rotoli, dove esiste apposita segnaletica orizzontale. La linea 833 verrà gestita con l’impiego di 3 vetture da piazza Don Sturzo e la linea 936 verrà intensificata con l’impiego di 2 vetture con itinerario da Punta Barcarello (capolinea).

Sant’Orsola: Nelle vie Del Vespro e Parlavecchio sarà consentita la circolazione solo per i bus Amat (oltre che per i veicoli delle forze dell’ordine e dei mezzi di soccorso in emergenza). La linea 246 verrà intensificata con l’impiego di 8 vetture che effettueranno l’itinerario da piazza Giulio Cesare (capolinea provvisorio) e la linea 318: verrà intensificata con l’impiego di 5 vetture che effettueranno l’itinerario dal Parcheggio Basile. Santa Maria di Gesù: intensificate le linee 209 e 210 con l’impiego di 3 vetture ciascuna.

CIMITERI - L’uno e il due novembre i cimiteri comunali saranno aperti dalle 7.00 alle ore 18.00. Il cimitero di Sant’Orsola, invece, nei giorni dall’1 al 2 novembre, resterà aperto con orario continuato dalle ore 7,30 alle 16,30. Per l’1 novembre nella chiesa di Santo Spirito, all’interno del cimitero di S. Orsola, si celebreranno liturgie eucaristiche alle ore 9, 10,30 e 12. Il 2 novembre, invece, le Messe saranno alle ore 9, 11 e 12. In particolare, quella delle ore 9 sarà presieduta dall’Arcivescovo di Palermo, Cardinale Paolo Romeo. La parte più alta del cimitero di Santa Maria dei Rotoli resterà totalmente vietata ai cittadini che non potranno in alcun modo accedervi a causa del pericolo caduta massi dal costone di Monte Pellegrino. Dal Comune precisano che la zona sarà presidiata dal personale della Polizia municipale per evitare che si violi il divieto. Chi non rispetta l’ordinanza rischia una multa che ammonta a 50 euro.

LA ZONA INTERDETTA - La parte più alta del cimitero di Santa Maria dei Rotoli resterà totalmente vietata ai cittadini che non potranno in alcun modo accedervi a causa del pericolo caduta massi dal costone di Monte Pellegrino. La multa ammonta a 50 euro. Dal Comune precisano che la zona sarà presidiata per evitare che chiunque violi il divieto. Sono “vietati” in zona “A” i campi di inumazione 469, 470, 471, 472bis, 473, 474, 475, 476, 477, 478, 479, 480, le sezioni nicchie murali 450 (la porzione prospiciente la sez. 255), 451, 452, 453, 454, 455, 456, 457, 458, 459, 460, 460/bis, le sezioni con cappelle e sepolture gentilizie 450/bis (area prospiciente la sez. 255),  58/bis; in zona “B” i campi di inumazione 255, 276, 277, 278, 279, 280, 295/a, 295/b, 305, 306, le sezioni nicchie murali 420/bis (area prospiciente le sezioni 387/bis e 58/bis) 354/bis, le nicchie dell’emiciclo (ferro di cavallo), le sezioni con cappelle e sepolture gentilizie 58/bis, 309, 317, 325, 338, 341, 354, 356, 363, 371, 374, 379, 380, 387, 387/bis, 397, 404 ed inoltre il tempio crematorio, l’emiciclo cinerario e l’ossario.

CONTROLLI STRAORDINARI - Il prossimo venerdì e per tutto il fine settimana i carabinieri attueranno un piano straordinario di controllo del territorio in vista del massimo afflusso di cittadini, in visita alle tombe dei propri cari, nel periodo tradizionalmente dedicato alla commemorazione dei defunti. I militari intensificheranno la loro attenzione su luoghi di affluenza affinché le giornate si svolgano in serenità sia all’interno delle aree cimiteriali sia nei luoghi circostanti.

In città, come in ogni comune della provincia, saranno schierate pattuglie a piedi e stazioni mobili per la prevenzione di scippi, borseggi, furti di auto, moto e biciclette e per il contrasto dei fenomeni diffusi di abusivismo, tra cui i parcheggiatori non autorizzati. Oltre 200 militari saranno impiegati nella specifica attività: carabinieri ai quali i cittadini potranno rivolgersi per ogni situazione di difficoltà, anche attraverso il numero del pronto intervento “112”. Si tratta di un’attività di prevenzione diffusa che potrà avere la sua massima efficacia anche con l’aiuto dei cittadini.

Al riguardo – ricordano i carabinieri - è bene: utilizzare diverse fasce orarie per le visite ai propri defunti evitando di concentrarsi nelle ore di punta, possibilmente lasciando le auto a casa ed usufruendo dei mezzi di trasporto pubblico; prestare attenzione durante gli acquisti di fiori, evitando di mostrare in pubblico portafogli e portamonete che possono destare l’attenzione di borseggiatori ed evitando di lasciare borse incustodite nelle auto; prestare attenzione alle banconote e monete “false” perché la confusione agevola gli spacciatori, può sembrare banale, controllare anche il resto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Traffico, cimiteri e autobus: "guida" al ponte di Ognissanti

PalermoToday è in caricamento