menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spaccio di droga, condanna definitiva per imprenditore palermitano

I guai giudiziari di Matteo Bologna, originario di Partinico, sono iniziati nel 2004. A pesare sono state le parole di un collaboratore giustizia. Adesso per Bologna si sono aperte le porte del carcere

Si sono aperte le porte del carcere per l'imprenditore Matteo Bologna, originario di Partinico e titolare di due aziende di illuminotecnica. La Cassazione ha reso definitiva la condanna per spaccio di droga.

Bologna rimase coinvolto, nel 2004, in un'inchiesta della squadra mobile sul traffico di sostanze stupefacenti dall'estero. A inguaiarlo sono state le dichiarazioni di Mario Tornetta che, una volta divenuto collaboratore di giustizia, raccontò dei suoi incontri in Germania (dove c'è una delle aziende di Bologna ndr) con l'imprenditore. 

Bologna adesso è in carcere, ma il suo legale Cinzia Pecoraro sta lavorando a una richiesta di revisione

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento