Belgio, faceva da tramite con gli spacciatori albanesi: arrestato dopo mesi di ricerche

Sulla testa di Giovanni Giuseppe Rizzo, fermato a Lercara Friddi, pendeva un mandato di cattura emesso dal tribunale di Liegi. E' accusato di far parte di un'organizzazione criminale internazionale che traffica cocaina

Sarebbe stato lui, nell’ambito di un grosso giro di droga, a mettere in contatto spacciatori albanesi e acquirenti in Belgio. I carabinieri hanno arrestato il 37enne Giovanni Giuseppe Rizzo (foto in basso), nato a Palazzo Adriano ma residente a Liegi (Belgio), sul quale pendeva un mandato di cattura internazionale dello scorso maggio perché accusato di fare parte di una organizzazione criminale internazionale composta da italiani ed albanesi che traffica in cocaina.

RIZZO GIOVANNI GIUSEPPE-2I fatti contestati si sarebbero verificati nei centri di Saint-Nicolas, Liegi e Seraing, nel periodo compreso tra settembre e novembre dello scorso anno. L'uomo è stato bloccato a Lercara Friddi, dove ha il domicilio, e nel corso dei controlli sulla banca dati delle polizia è saltato fuori l'ordine di arresto emesso dal Tribunale di de Première Instance de Liege. Rizzo è stato portato nel carcere di Termini Imerese a disposizione della magistratura belga che ha emesso l'ordine di cattura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il catering allo stadio per l'Italia, poi lo schianto mortale: il bar Rosanero piange il suo chef

  • Incidente in zona Fiera, perde il controllo della moto e cade: morto 43enne

  • Via Ugo La Malfa, esplode pneumatico: morto gommista di 18 anni

  • Palmese-Palermo, rissa furibonda tra tifosi rosanero: ci sono feriti

  • Truffe, droga e rapine: i boss di Brancaccio facevano spaccare le ossa ai disperati, 9 arresti

  • Incidente a Corleone, auto sbanda e finisce contro un albero: morto diciannovenne

Torna su
PalermoToday è in caricamento