Cronaca

"Traffico di decine di chili di hashish e cocaina tra la Campania e Palermo", 4 condanne

Gli imputati erano stati coinvolti in una delle operazioni della squadra mobile denominate "Letium". Altri tre di loro sono stati scagionati dal tribunale. Secondo l'accusa, la droga sarebbe arrivata in città attraverso insospettabili corrieri

Chili e chili di droga - soprattutto hashish e cocaina - trasportati attraverso insospettabili corrieri dalla Campania a Palermo. Uno smercio che era stato scoperto dalla squadra mobile sei anni fa, nell'ambito di una delle operazioni denominate "Letium". Adesso, in uno stralcio dei vari processi nati dal blitz, i giudici della quinta sezione del tribunale (collegio presieduto da Donatella Puleo) hanno inflitto quattro condanne, ma hanno anche deciso di assolvere altri tre imputati.

A Giovan Battista Giordano è stata inflitta la pena più pesante, 12 anni di carcere, 6 anni e 8 mesi dovrà scontare invece Maurizio De Simone, 6 anni e mezzo Giovanni Allicate e 5 anni Benedetto Pisano. Scagionati dalle accuse Rosario Scalia (difeso dall'avvocato Giovanni Castronovo), Paolo Di Maggio (assistito dall'avvocato Giovanni Rizzuti), nonché il napoletano Pasquale Russolillo.

Altre persone coinvolte nel blitz sono state processate negli anni passati con il rito abbreviato. Al centro del dibattimento il presunto traffico di diverse decine di chili di droga, che sarebbe avvenuto tra il 2010 ed il 2012, seguendo una rotta consolidata per questo tipo di business, cioè quella tra la Campania e la Sicilia. All'epoca, nella gestione del business, furono ipotizzati anche legami con boss di Cosa nostra, come Alessandro D'Ambrogio.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Traffico di decine di chili di hashish e cocaina tra la Campania e Palermo", 4 condanne

PalermoToday è in caricamento