A Trabia due giorni di confronto sulle cure palliative

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

L’uso della chemioterapia nei pazienti terminali, tema di estrema attualità alla luce dei recenti fatti di cronaca, ma anche le ultime novità sulla terapia del dolore, sull’assistenza domiciliare e il ruolo degli psicologi nelle cure palliative. Sono questi i temi principali che saranno affrontati sabato 1 e domenica 2 ottobre all’Hotel Tonnara di Trabia in occasione delle “Giornate siciliane di cure palliative”, organizzate dall’Unità operativa di cure palliative – Hospice dell’Arnas Civico, diretta da Francesco Muscarella, responsabile scientifico dell’evento.

La due giorni vedrà la presenza dei maggiori esperti siciliani, ma anche nazionali come Italo Penco, direttore del Centro cure palliative della Fondazione Roma che sabato alle 10 aprirà il convegno insieme a Francesco Muscarella e a Gerardo Alongi, coordinatore regionale della Società italiana cure palliative. Fra gli altri relatori, Giorgio Trizzino, direttore sanitario dell’ospedale Di Cristina e pioniere delle cure palliative in Sicilia che parlerà di cure palliative pediatriche, Maria Grazia De Marinis dell’Università Campus Bio-Medico di Roma che si soffermerà sul ruolodell’infermiere palliativista e Giuseppe Peralta, direttore dell’Hospice dell’ospedale Cervello che parlerà sul tema della fine vita nel paziente con patologia respiratoria. Le due tavole rotonde più attese sono in programma sabato, la prima su “Indicazioni e limiti della chemioterapia nel paziente oncologico con malattia in fase avanzata”, moderatori Italo Penco e Francesco Muscarella, la seconda su “Novità in tema di terapia del dolore oncologico e non”, moderatori Sebastiano Adamo e Damiano Pepe.

Torna su
PalermoToday è in caricamento