rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca Trabia

Trabia, in casa hanno 170 piante di cannabis "protette" da videocamere e la luce è a scrocco: 2 arresti

Nei guai due palermitani di 30 anni. La coltivazione indoor è stata scoperta dai carabinieri. La serra era completa di lampade e impianto di ventilazione. I tecnici Enel hanno poi accertato la presenza di un collegamento abusivo alla rete elettrica pubblica

Centosettanta piante di cannabis alte circa un metro poste in una serra con sistema di ventilazione perfettamente funzionante e protette dalla videosorveglianza sono state trovate dai carabinieri di Termini Imerese, in contrada Costa Mendola, a Trabia. In manette, per coltivazione a fini di spaccio di sostanza stupefacente e furto aggravato, sono finiti due trentenni palermitani.

Oltre alle piante e a tutto il necessaio per la coltivazione "indoor” c'era anche un collegamento abusivo alla rete elettrica pubblica. La manomissione dell'impianto è stata accertata da tecnici Enel. Da qui l'accusa di furto.

Le piante sono state sequestrate. Avrebbero potuto fruttare svariate centinaia di migliaia di euro. Presso il laboratorio analisi del comando provinciale di Palermo saranno eseguite le analisi di rito. Gli arrestati sono stati condotti presso il carcere di Termini Imerese in attesa dell’udienza di convalida. Il gip, nel convalidare gli arresti, ha disposto per gli indagati la misura cautelare degli arresti domiciliari con braccialetto elettronico.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trabia, in casa hanno 170 piante di cannabis "protette" da videocamere e la luce è a scrocco: 2 arresti

PalermoToday è in caricamento