Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca Zisa

Cantieri culturali della Zisa, "town meeting" sulle isole pedonali

In programma sabato dalle 9 alle 16. Si tratta di una metodologia di partecipazione innovativa che consente di coinvolgere i cittadini nelle decisioni che riguardano il futuro della città attraverso strumenti di ascolto

Isola pedonale a piazza San Domenico

E' stato presentato oggi a Palazzo delle Aquile il "town meeting" che si terrà domani dalle 9 alle 16 presso i Cantieri Culturali alla Zisa sul tema della pedonalizzazione. Il "town meeting" è una metodologia di partecipazione innovativa ed efficace già adottata con successo da diverse città e regioni in Italia e all’estero, che consente di coinvolgere i cittadini nelle decisioni che riguardano il futuro della città attraverso strumenti di ascolto dei principali "stakeholder" (un soggetto, o un gruppo di soggetti, influente nei confronti di un'iniziativa economica ndr). Si tratta quindi di uno strumento di partecipazione democratica basato su una tecnica di confronto tra più persone per discutere in modo approfondito e ragionato i temi proposti.

"Nello specifico - si legge in una nota del Comune - domani ai cantieri parteciperanno 100 persone rappresentative delle decine di incontri, interviste, focus group, passeggiate di quartiere e comunicazione attraverso i social network svolta in circa tre mesi di lavoro dall’organizzazione Next insieme a Clac e Easy Integrazione di Sistemi. Si discuterà in dieci tavoli con un facilitatore e un "rapporteur" e attraverso un sistema di interconnessione tecnologica tra i diversi tavoli sarà possibile votare in tempo reale le questioni più importanti che emergeranno nel corso della discussione in modo da avere a fine giornata un "feedback" immediato del pensiero dei cittadini.

"L’amministrazione ha fatto una scelta di campo precisa a favore della partecipazione - afferma l'assessore alla Partecipazione Giusto Catania - confermando l’attenzione data a questo aspetto fin dall’inizio del mandato. L’esperienza del town meeting infatti non sarà un evento isolato ma l’inizio di un percorso a lungo termine finalizzato a introdurre strumenti di partecipazione democratica nella normale amministrazione della città. A testimonianza di ciò - continua l’assessore - vi è il percorso di formazione che un gruppo di funzionari del Comune sta svolgendo affiancando l’organizzazione nella realizzazione dei town meeting in modo da acquisire competenze sufficienti per ripetere l’esperienza tutte le volte che sarà necessario in futuro".

"Con il primo Town meeting parte un percorso virtuoso per ampliare gli spazi di democrazia a Palermo - sottolinea il sindaco Leoluca Orlando - e oggi, attraverso questa esperienza, stiamo lavorando per mettere in sicurezza il percorso di partecipazione dei palermitani alla vita amministrativa e alle scelte di governo". I prossimi town meeting riguarderanno la riqualificazione della costa, l’organizzazione dei servizi di decentramento e la raccolta
differenziata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cantieri culturali della Zisa, "town meeting" sulle isole pedonali

PalermoToday è in caricamento