L'assessore Piampiano a Razza: "Servizi contro tossicodipendenze inadeguati"

L'assessore comunale, che ha anche la delega alla Salute, si è rivolto all'omologo regionale con una lettera formale chiedendo "di attivare quanto necessario per porre in essere una serie di interventi finalizzati a migliorare la qualità dei servizi"

Una lettera per fare chiarezza sulle "numerose segnalazioni sulla inadeguatezza delle tre UOS che operano sul territorio di competenza della Asp di Palermo, insufficienti a garantire il diritto alla salute di tossicodipendenti e alcolisti". La ha scritto oggi l'assessore alla Sanità, Leopoldo Piampiano, in una lettera formale inviata all'assessore regionale della Salute, Ruggero Razza.

Piampiano pone l'accento sul fatto che "tale circostanza, oltre a rappresentare un vulnus gravissimo, fa dell'area di Palermo quella nella quale sono minori le risorse rivolte a questa popolazione di pazienti rispetto all'intero territorio nazionale".

Secondo le informazioni dell'assessore comunale "nella Uos Serd Area 3 operano un numero di medici e paramedici assolutamente insufficiente a garantire servizi adeguati per le esigenze di un territorio dove si assistono più di 1500 pazienti". A fronte di ciò, l'assessore Piampiano chiede all'assessore regionale Rezza di "attivare quanto necessario per porre in essere una serie di interventi finalizzati a migliorare la qualità dei servizi".

Il testo della lettera

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Nuovo Dpcm "spacca weekend" e spostamenti vietati: si cambia colore tra sabato e domenica?

  • Grida "mamma" e si accascia in cucina, morta bimba di 9 anni ad Acqua dei Corsari

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore: la Sicilia presto sarà "zona rossa"

  • Coronavirus, Musumeci chiede la zona rossa a Conte: "Altrimenti firmo io l'ordinanza"

  • La quindicenne costretta a prostituirsi: "Mi davano anche 150 euro a rapporto, ero un oggetto"

Torna su
PalermoToday è in caricamento