In casa hanno una piantagione di cannabis: arrestati marito e moglie, denunciati i figli

Intervento dei carabinieri in un'abitazione di Torretta. Complessivamente sono state sequestrate 132 piante dell’altezza di circa un metro e mezzo. Sotto sequestro anche 25 cartucce calibro 12 detenute abusivamente

Parte della droga sequestrata

Avevano "riadattato" una stanza della loro casa a Torretta, trasformandola in una serra per la coltivazione della droga. Per questo motivo i carabinieri hanno arrestato marito e moglie, Matteo Lo Bianco e Maria Cintura, entrambi di 57 anni. 

I militari dell’Arma, nei pressi di pian dell’Occhio, hanno notato che più persone si immettevano nella strada di accesso a un terreno che portava poi a un’abitazione isolata. Sono così scattati i controlli. Nel corso della perquisizione hanno accertato che i coniugi avevano allestito una piantagione indoor completa di lampade, reattori, impianti di condizionamento d aspirazione, tutto collegato abusivamente alla rete elettrica pubblica, così come confermato da una squadra di tecnici di E-Distribuzione intervenuti sul posto.

Complessivamente sono state rinvenute e sequestrate 132 piante di cannabis indica, già in stato di essicazione, dell’altezza di circa un metro e mezzo. La droga è stata inviata al Laboratorio analisi sostanze stupefacenti per le analisi quantitative e qualitative. 

Marito e moglie, dopo la convalida dell’arresto, sono stati sottoposti all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Contestualmente sono stati denunciati il figlio19enne per furto di energia elettrica e la figlia 29enne, per detenzione abusiva di munizioni. I militari dell'Arma hanno infatti trovato e sequestrato 25 cartucce calibro 12 detenute abusivamente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • Reddito di cittadinanza, parte la fase 2: i lavori socialmente utili diventano obbligatori

  • Blitz antimafia a Belmonte Mezzagno, quattro arresti: "In carcere il nuovo capo"

  • Spopola a Palermo la truffa dello specchietto: "Piovono segnalazioni..."

Torna su
PalermoToday è in caricamento