menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Torretta al riparo da esondazioni, dopo 20 anni al via i lavori sul torrente Ciachea

La Struttura contro il dissesto idrogeologico guidata dal governatore Nello Musumeci ha messo a disposizione la progettazione per la sistemazione idraulica del corso d’acqua. Nell'ultimo tratto saranno realizzati gli argini

Dopo un’attesa di oltre vent’anni sta per essere messo in sicurezza il torrente Ciachea a Torretta per prevenire esondazioni. La Struttura contro il dissesto idrogeologico, guidata dal governatore Nello Musumeci, ha prima programmato e ora messo a disposizione la progettazione per la sistemazione idraulica del corso d’acqua.

Gli uffici diretti da Maurizio Croce hanno definito le procedure di aggiudicazione in base alle quali sarà un team di professionisti coordinato dalla Beta Studio srl di Padova a effettuare le indagini e i rilievi utili alla stesura del documento tecnico. Si chiude così il cerchio su una vicenda annosa di cui non si riusciva a venire a capo. Ripetute, nel tempo, le esondazioni sul tratto più problematico del torrente, quello che parte da contrada Favarotta e che, dopo avere lambito il cimitero, giunge sino alla frazione di Vittoria, a poca distanza dal Comune di Capaci.

L’opera interessa in modo principale la parte finale del canale - poco più di 1.200 metri - perché sprovvista di argini idonei. Ed è nella stagione invernale che la zona ne risente maggiormente, con straripamenti dell’acqua sui campi coltivati e sino alle case di contrada Columbrina. Non di rado avviene, inoltre, che la strada provinciale 3bis si allaghi, rendendo impraticabile il percorso ai residenti che, di fatto, col maltempo, scelgono altri collegamenti. Il progetto, nelle sue linee generali, consisterà nella regimentazione delle acque con muri di contenimento in cemento armato e gabbioni metallici riempiti con pietrame. Si procederà inoltre con la sistemazione del letto del fiume e con la pulizia dell’alveo dell’intera asta torrentizia. Verrà infine eliminata la vegetazione selvaggia che ostacola il normale deflusso dell’acqua e rimossi i detriti che si sono accumulati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento