rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca

Tirrito (Cogi): "Antimafia di facciata peggiore della mafia stessa"

La portavoce del Comitato Collaboratori di Giustizia commenta l’annullamento della manifestazione organizzata per il 15 maggio al Politeama dall'Inner Wheel Palermo Normanna e dal Pool antiviolenza e per la legalità, entrambi presieduti da Angela Fundarò che risulta indagata

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

“Da giorni sono impegnata a Palermo in manifestazioni di preludio al trentennale delle stragi e sento un pugno allo stomaco perché rivedo come un intervallo di un film già visto, io pellegrina in questa metà di Giustizia Fallita”, così Maricetta Tirrito in merito all’annullamento della manifestazione organizzata per il 15 maggio al Politeama dall'Inner Wheel Palermo Normanna e dal Pool antiviolenza e per la legalità, entrambi presieduti da Angela Fundarò, indagata nella stessa inchiesta che ha portato agli arresti domiciliari l'ex consigliere comunale Giulio Cusumano.

“Sono indignata - continua Tirrito - perché quelle associazioni che ormai da veri "professionisti dell'antimafia", che hanno fatto passerella negli anni a nome di parenti e vittime oggi sporcano la stessa battaglia con la pochezza e l'affarismo. È un’offesa per quelli che veramente lottiamo contro la Mafia, ma soprattutto uno schiaffo a Falcone e Borsellino, e a tutte le vittime prima della Mafia e poi di questo schifo di antimafia. Per le manifestazioni - conclude Tirrito - non servono soldi, bastano cuore e impegno. Chi pensa di lucrare sul nome delle vittime di mafia non è migliore di chi dice di voler contrastare la mafia solo a parole e quindi va combattuto alla stessa stregua”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tirrito (Cogi): "Antimafia di facciata peggiore della mafia stessa"

PalermoToday è in caricamento