rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca Montepellegrino / Via Anwar Sadat, 13

Covid, nell'hub della Fiera al via anche i test sierologici

Il nuovo servizio, in collaborazione con il laboratorio Cqrc, è attivo ogni giorno ma solo su prenotazione. Si tratta di un esame, con un prelievo di sangue, per evidenziare sia l’eventuale esposizione al Covid sia la presenza degli anticorpi che proteggono il nostro organismo


Parte all’hub vaccinale anche la ricerca degli anticorpi contro il Covid. È il nuovo servizio rivolto agli utenti che da oggi, sabato 2 aprile, potranno eseguire alla Fiera del Mediterraneo un prelievo di sangue. Dall'analisi del campione si potrà scoprire sia l’eventuale esposizione al Coronavirus sia il livello di protezione del nostro organismo garantito dagli anticorpi che si sono creati grazie alla vaccinazione o dopo la guarigione dalla malattia.

I prelievi saranno eseguiti in collaborazione con il laboratorio Controllo qualità e rischio chimico, diretto dalla professoressa Francesca Di Gaudio. Sempre grazie all’apporto del Crqc, in questi ultimi giorni, è stato possibile avviare uno studio immunologico sui 47 utenti dell’hub vaccinati da un’infermiera arrestata con l’accusa di aver simulato e non realmente eseguito le somministrazioni.

I test sierologici potranno essere effettuati alla Fiera del Mediterraneo ogni giorno dalle 9 alle 19, festivi compresi, esclusivamente su prenotazione (vai al link). "Si prega l’utenza - si legge in una nota della struttura commissariale per l'emergenza Covid a Palermo - di rispettare l’orario di prenotazione. I prelievi saranno eseguiti all’interno della Fiera, in un ambulatorio appositamente predisposto lungo viale della Fiera del Mediterraneo, oltre ai padiglioni 20, 20A e 16, prima dell’area drive in dei tamponi".

A proposito di sierologici...

Non è mai arrivata alcuna risposta da parte della Regione su uno spreco da almeno 700 mila euro legato proprio ai test sierologici. Risorse pubbliche impiegate per acquistare i reattivi per migliaia e migliaia di test sierologici mai eseguiti e infine scaduti . Si trattava di una fornitura garantita in una fase cruciale dell'emergenza dalla Medical Systems spa che prevedeva anche il comodato d'uso dei macchinari con tecnologia Maglumi per analizzare le provette. I prodotti erano stati distribuiti in tutti i laboratori accreditati dell'Isola ma erano rivolti inizialmente solo ad alcune categorie.

Il risultato? Alla data di scadenza dei reattivi nessuno o quasi aveva mai fatto un prelievo di sangue e alla fine sono state cestinate chissà quante scatole di prodotti, gli stessi - forse un anno fa meno evoluti - che adesso serviranno per eseguire i test sierologici alla Fiera. Uno spreco dovuto forse a qualche cortocircuito che, a più livelli, avrebbe coinvolto le varie istituzioni impegnate nella gestione dell'emergenza Covid, dalla la Regione alle Asp, passando per la Protezione civile e per lo stesso Crqc.

Sul caso, sollevato da PalermoToday ormai quasi un anno fa, l'amministrazione regionale non ha mai ritenuto di dover replicare fornendo chiarimenti sullo spreco che si è consumato. Il deputato del Pd Giuseppe Lupo (video allegato) e il collega del M5S Giorgio Pasqua avevano anche presentato due interrogazioni all'Ars alle quali non è stata data alcuna risposta.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, nell'hub della Fiera al via anche i test sierologici

PalermoToday è in caricamento