Le tesi di laurea gettate nel cassonetto, gli studenti si indignano: "Vergogna"

L'associazione Progetto universitario documenta, con due scatti pubblicati su Facebook, l'abbandono degli elaboratori nel contenitore per la raccolta di carta e cartone. Piovono i commenti: "Perchè non ridarle indietro?"

Tesi di laurea nella spazzatura. Gli elaboratori dell'anno accademico 2017/2018 dell'Università di Palermo sono finiti nel contenitore per la raccolta di carta e cartone. A documentare, con due scatti, la fine dei lavori di ricerca - frutto delle ultime fatiche degli studenti prima di raggiungere l'ambito e sudato obiettivo della laurea - è l'associazione di iniziativa studentesca Progetto universitario. Dopo la pubblicazione delle foto sulla pagina Facebook è scoppiata la polemica. 

foto laurea cassonetto raccolta carta-2In tanti sono "senza parole", ma sono molti di più gli utenti indignati. "Anziché farci spendere fior di quattrini per stamparle - scrive Mariana - perché vogliono il cartaceo, che si accontentino dei Pdf e almeno si risparmia lo scempio! Io da laureanda a vedere queste cose, mi inc.., perché è il frutto del mio lavoro buttato nella spazzatura". "Ovviamente è obbligatorio - aggiunge Rita - stamparne un tot numero di copie... per poi 'riciclarne' la carta. Vergognoso".  C'è anche chi, come Annalisa e Federico, propone una soluzione: "Basterebbe renderle ai laureandi con le pergamene", "Basterebbe restituirle agli autori. Non mi pare impossibile e se vengono gettate via vuol dire che non servono per l’archivio". I questo modo sarebbero i neo dottori a decidere cosa farne. Potrebbero regalarle ai familiari, conservarle gelosamente o gettarle via.

Al momento le cose però vanno diversamente. Le copie della tesi di laurea destinate al relatore, al correlatore e alla commissione dopo aver trascorso un po' di tempo negli uffici dei docenti finiscono in posti improbabili e poi al macero. Quattro anni fa circa duecento tesi furono "depositate" in fondo ad un corridoio al piano terra dell'edificio 15 di viale delle Scienze, nell'anticamera che porta ad alcuni bagni riservati (ma accessibili). Dopo questo epoisodi l'ex facoltà di Scienze della Formazione a spiegò PalermoToday che erano "destinate al macero". 


 

Potrebbe interessarti

  • Meduse nelle coste palermitane e il falso mito della pipì: tutti i (veri) rimedi anti ustione

  • Magnesio, toccasana per la salute e non solo: perché i palermitani dovrebbero prenderlo

  • A cena fuori con tutta la famiglia, quali sono le pizzerie e i ristoranti bimbo-friendly a Palermo

  • Abitare sostenibile, quando il cappotto termico a casa ti salva l'estate e il portafogli

I più letti della settimana

  • Omicidio a Carini, uccide la compagna e si barrica dentro un negozio

  • Incidente in via Leonardo da Vinci, 28enne in scooter investito dal tram

  • Due dj, bar e duecento persone in pista: sequestrata discoteca abusiva a Mondello

  • Fiamme in una casa di via Altarello, nell’incendio morto un anziano

  • San Cipirello, 41enne trovato morto sul marciapiede di fronte casa: ipotesi omicidio

  • Il boss arrestato: "Mi tolgo il cappello davanti al figlio di Riina"

Torna su
PalermoToday è in caricamento