menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sindaco Palazzolo durante l'ultima diretta Facebook

Il sindaco Palazzolo durante l'ultima diretta Facebook

Terzo caso di Coronavirus a Cinisi: "In isolamento fiduciario i pochi entrati in contatto con lui"

L'ultimo aggiornamento è stato fornito dal sindaco Giangiacomo Palazzolo durante l'ultima diretta Facebook. Si tratta di un uomo che nulla avrebbe a che fare con i primi due contagiati. "Ancora non abbiamo scoperto come sia nato il focolaio"

Terzo caso di coronavirus a Cinisi. Lo ha annunciato ieri sera durante l’ultima diretta Facebook il sindaco Giangiacomo Palazzolo. A differenza dei primi due, il terzo residente non è asintomatico ed è stato ricoverato in ospedale a Partinico. "In questo caso - sottolinea il primo cittadino - l’Asp ha avviato immediatamente l’indagine epidemiologica che rende il tessuto sociale più tranquillo: si tratta di un adulto che non lavorava, quindi i suoi contatti sono stati inferiori a quelli di un giovane, con una ramificazione familiare limitata. Già alcuni di quelli che hanno avuto a che fare con questa persona sono stati posti in isolamento fiduciario".

Panettiere positivo ci mette la faccia: "Se mi avete incontrato mettetevi in isolamento"

Nel corso della diretta il sindaco Palazzolo ha inoltre sottolineato che queste tre persone contagiate non hanno avuto contatti tra loro. Questo significa che, probabilmente, a Cinisi potrebbero esserci ulteriori casi sospetti di Coronavirus. "Come per il contagiato numero due anche il contagiato numero tre è intenzionato a rilasciare una liberatoria per rinunciare alla sua privacy. A Cinisi - spiega Palazzolo - ancora non abbiamo il ‘paziente zero’, non si sa ancora come sia nato il focolaio. Il nemico è invisibile e bisogna fare ancora più attenzione. Rispettiamo le regole e facciamo di tutto per farle rispettare ai nostri cari”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento