menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La Dama blu - Foto di Davide Catalano

La Dama blu - Foto di Davide Catalano

Dalle fontane al monumento agli emigrati, Terrasini riscopre le sue bellezze

In villa San Giuseppe è comparso un "rubinetto magico", la dama della piazzetta Viviano è stata tinta di blu e il murales dedicato alla Madonna delle Grazie è tornato a splendere. Tutte le riqualificazioni

Riqualificazione è la parola protagonista dell'estate terrasinese 2016. Dalla fontana della villa San Giuseppe a quella di piazzetta Viviano, passando per il monumento di bronzo dedicato ai siciliani emigrati in America alla ricerca di maggior fortuna, il Comune di pescatori si sta riappropriando delle sue bellezze.

Dopo le grandi pulizie di giugno, i mesi di luglio e agosto sono stati caratterizzati dalla riscoperta di luoghi simbolo abbandonati al degrado. L'amministrazione Maniaci ha deciso di sistemarli per far sì che i cittadini potessero riappropiarsene e il risultato è stato un successo. In particolare la comparsa del "rubinetto magico" in villa ha suscitato una risposta entusiasta da parte della popolazione locale e anche dei viandanti: la fontana è stata preso d'assalto ed è diventata protagonista di tantissimi scatti fotografici. Ad ideare la nuova attrazione il neo consulente artistico del comune Vincenzo Cusumano, nonchè ex assessore alla Cultura e allo Spettacolo del confinante Comune di Cinisi che ha cambiato il look anche dell'altra fontana presente nel centro storico di Terrasini, la dama di piazzetta Viviano che è stata tinteggiata di blu ed arricchita con dei coloratissimi innaffiatori. In questo caso le reazioni dei terrasinesi si sono divise, non tutti hanno apprezzato ma, come insegna Oscar Wilde, "non importa che se ne parli bene o male, l'importante è che se ne parli".

Dopo 25 anni torna a splendere, grazie a Vito Marinella, anche un murales dedicato alla Madonna delle Grazie che il tempo aveva quasi cancellato. Ritinteggiati pure i muretti del meraviglioso percorso che collega la piazzetta Scalo con la piazzetta Belvedere. "Ci auguriamo che nessuno li riduca nello stato in cui li abbiamo trovati e che i cittadini lascino questo luogo più pulito di come lo hanno trovato", commenta il sindaco Giosuè Maniaci.

E infine anche il monumento agli emigrati, sul Lungomare Peppino Impastato, fortemente voluto dall'italo-americano Sam Genovese, è tornato all'antico decoro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento