Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Terrasini, grave situazione igienico-sanitaria del territorio comunale

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Il sindaco di Terrasini ha adottato un’ordinanza contingibile e urgente ex art.191 del D. Lgs 152/2006 per la raccolta ed il conferimento in discarica dei rifiuti del territorio comunale di Terrasini ma tutto rimane  bloccato a causa di una mancata autorizzazione regionale. Considerata la grave emergenza igienico-sanitaria, che determina pericolo per la salute e l’incolumità pubblica a causa dell’accumulo abnorme di rifiuti nel territorio di Terrasini a causa della protratta e reiterata interruzione del servizio di raccolta dei rifiuti da parte della Società Servizi Comunali integrati ATO PA1, da diversi giorni  il Sindaco, avv. Massimo Cucinella, lavora alla predisposizione dell’ordinanza che permetterebbe con un intervento straordinario di uscire dalla grave situazione igienico-sanitaria in cui versa il paese a causa dai notevoli accumuli di spazzatura.

Ma ad oggi, tutto il lavoro fatto sembra  risultare inutile. Il Sindaco esprime grande disappunto per quanto sta accadendo. “Abbiamo preparato tutti gli atti  preliminari – dichiara Massimo Cucinella -, la documentazione (note del Comando  di Polizia Municipale, dell’ASP Pa Unità Territoriale di Carinni, reportages fotografici) attestante la grave situazione del nostro territorio, richiesto e ricevuto l’autorizzazione al conferimento presso la discarica di Mazzarrà Sant’Andrea, l’unica che si è dichiarata disponibile tra tutte le discariche siciliane contattate, predisposto l’ordinanza contingibile e urgente, ma nonostante ciò ancora non possiamo operare perché manca l’ultimo passaggio: un decreto autorizzativo da parte del Dipartimento Regionale Acque e Rifiuti.

Purtroppo e per nostra sfortuna proprio ieri è stato deciso il cambio del Direttore del Dipartimento e il nuovo che dovrebbe firmare l’autorizzazione ancora non si è insediato ufficialmente. E così, nonostante la Legge dia ad un sindaco la possibilità di “emettere ordinanze contingibili ed urgenti per consentire il ricorso temporaneo a speciali forme di gestione dei rifiuti, anche in deroga alle disposizioni vigenti, garantendo un elevato livello di tutela della salute e dell'ambiente”, questo potere viene limitato a causa di disfunzioni burocratiche con conseguenze molto gravi, con tutto il territorio e tutta la cittadina che stanno  pagando un prezzo altissimo,  perché la spazzatura  continua a non essere raccolta e la situazione igienico-sanitaria del nostro paese peggiora sempre di più. La nostra speranza è che il neo direttore si possa insediare nel più breve tempo possibile e ci autorizzi a conferire in discarica in modo tale da rendere operativa l’ordinanza ex 191”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terrasini, grave situazione igienico-sanitaria del territorio comunale

PalermoToday è in caricamento