Cronaca

Terrasini, cantieri lavoro: presentati 13 progetti

Il termine ultimo per partecipare al bando della Regione scadeva lunedì a mezzanotte. Se l'amministrazione comunale otterrà i fondi verranno impiegati circa 130 disoccupati

Il Comune di Terrasini partecipa al bando dell'Assessorato Regionale della Famiglia, dello scorso 26 luglio. Tredici i progetti presentati, entro il termine ultimo fissato per la mezzanotte di lunedì, per provare ad ottenere i fondi stanziati e dare il via nel territorio a "cantieri servizi", il cui scopo è contrastare gli effetti della crisi economica offrendo un lavoro ai disoccupati.

"E' di 130 persone il totale potenziale di impiego - spiegano dal Comune - In sintesi i progetti riguardano la manutenzione della segnaletica stradale, la pulizia di vie, piazze e degli uffici comunali, il censimento di immobili e la numerazione civica degli stessi, l'assistenza ai portatori di handicap, la cura del verde pubblico, il servizio di salvataggio spiagge e piscina, il servizio ludoteca e biblioteca per bambini, la progettazione dell'arredo urbano, il servizio PiediBus e il servizio informazioni turistiche. In linea di massima per ognuno dei progetti presentati si prevede l'impiego di dieci disoccupati".

Ora non resta che aspettare per sapere quanti di questi progetti verranno approvati e finanziati dalla Regione Siciliana. Solo quando l’Assessorato Regionale comunicherà ufficialmente quali tra i 13 progetti presentati saranno finanziati, l’Amministrazione Comunale renderà pubblica la domanda di partecipazione ai cantieri di servizi 2013.

Chi potrà candidarsi. Requisito essenziale è l'iscrizione all'ex ufficio di collocamento. Possono essere ammessi a partecipare ai cantieri soggetti con reddito sotto la soglia di povertà e comunque non superiore a 442,30 euro, corrispondente all’assegno sociale anno 2013.
A fare da discriminante nelle graduatorie che verranno stilate, comune per comune, sarà l’eventuale presenza nel nucleo familiare di soggetti sensibili ovvero figli minori in situazione di difficoltà ed esposti al rischio della marginalità sociale o figli e/o altri familiari con handicap in situazione di gravità.
I soggetti, oltre ad essere formalmente in situazione di disoccupazione o inoccupazione al momento della presentazione della domanda, debbono altresì essere privi di patrimonio sia mobiliare (titoli di Stato, azioni, obbligazioni, quote di fondi comuni di investimento e depositi bancari) che immobiliare, fatta eccezione per l'unità immobiliare adibita ad abitazione principale, se posseduta a titolo di proprietà, il cui valore non può eccedere la soglia che il Comune provvederà a quantificare. Nella stessa annualità potrà partecipare al cantiere solo un membro per ogni nucleo familiare.
Per ogni progetto il Comune dovrà garantire l’uso di personale in base ad uno schema preciso: 50% soggetti di età compresa tra 18 e 36 anni; 20% ai soggetti d’età comprese tra i 37 ed i 50 anni; 20% ultracinquantenni; 5% portatori di handicap; 5% immigrati dotati di permesso di soggiorno e residenti nel Comune di Terrasini da almeno sei mesi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terrasini, cantieri lavoro: presentati 13 progetti

PalermoToday è in caricamento