Cronaca

Terrasini, voleva costruire a due passi da Capo Rama: denunciato

I carabinieri hanno scoperto un cantiere abusivo e sequestrato un’area di circa 700 metri. All’interno erano in corso dei lavori per la costruzione di un’abitazione. Ma il proprietario del terreno non aveva alcuna autorizzazione

Il cantiere sequestrato dai carabinieri

A Terrasini i carabinieri hanno inferto un duro colpo alla pratica delle costruzioni abusiva. Nel corso di un controllo i militari del Servizio navale hanno scoperto a pochi metri dalla riserva di Capo Rama un cantiere recintato, all’interno del quale erano in corso i lavori per la realizzazione di un’abitazione privata di circa 100 metri quadrati. In totale è stata sequestrata un’area di circa 700 metri quadrati dal valore approssimativo di 300 mila euro.

Nel corso dell’ispezione – secondo quanto fanno sapere dal comando provinciale - è bastato poco per scoprire l’irregolarità del cantiere. Il proprietario del terreno, infatti, è risultato non essere in possesso di alcuna autorizzazione all’edificazione, per giunta in un’area sottoposta ad un rigoroso vincolo paesaggistico. L’uomo è stato deferito all’Autorità giudiziaria per la realizzazione di opere edili in assenza di concessione edilizia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terrasini, voleva costruire a due passi da Capo Rama: denunciato

PalermoToday è in caricamento